Chi Siamo Contatti Link Archivio Sito
Ricerca:
AREA MAGAZINE

Buona Pasqua di Pace
«…spezzando il pane azzimo alla tavola del miopesakh ricorderò che ...
altre newsletter

Focus News
Lo sguardo di Combonifem sull'attualità dell'Italia e del mondo
NEWS
Meno analfabeti nel mondo, ma non in Africa
L’ultimo rapporto Onu sull’educazione, la scienza e la cultura afferma che globalmente il tasso di alfabetizzazione nel mondo cresce. Purtroppo però è una notizia buona solo a metà, in Africa il numero di adulti privi d’istruzione continua ad aumentare, soprattutto tra le donne.



16.10.2008: C’è una buona notizia e una cattiva. La buona è che finalmente il tasso di alfabetizzazione globale cresce. La cattiva invece è che la situazione nell’Asia del sud-ovest e nell’Africa subsahariana rimane preoccupante, perché l’aiuto finanziario in favore dell’alfabetizzazione continua a rimanere insufficiente.

È questo quel che emerge dall’ultimo rapporto delle Nazioni Unite sull’educazione, la scienza e la cultura, reso noto dall’agenzia Fides. Stando alle cifre diffuse dall’Onu, complessivamente gli analfabeti nel mondo sono calati. Il numero delle persone prive di istruzione è passato infatti da 871 milioni - nel periodo 1985/1994 - a 774 milioni negli anni che vanno dal 2000 al 2006.

Un decremento importante, che fa sì che il tasso mondiale di alfabetizzazione degli adulti slitti dal 76 all’83,6%. Un progresso particolarmente significativo nei Paesi in via di sviluppo, dove la tendenza è ancora più forte: si passa infatti dal 79% al 68% di analfabeti. Se tale ritmo – afferma il rapporto – dovesse continuare a rimanere costante, è possibile che il processo di alfabetizzazione degli adulti arrivi a toccare l’87% nel 2015. Ma purtroppo c’è poco da illudersi. Per quelle cifre che a livello globale mostrano degli indicatori positivi, ne esistono altre che, a livello regionale e continentale, segnalano la permanenza di forti disparità. Il 75% degli analfabeti infatti vive in 15 nazioni del mondo. Basti pensare ad esempio che nell’Africa subsahariana il numero di coloro che non sanno né leggere né scrivere è passato, dal 1985 al 2006, da 133 a 163 milioni.

A tutto questo poi va aggiunta la situazione delle donne il cui tasso di analfabetismo è rimasto praticamente identico. Nei due periodi presi in considerazione dal rapporto dell’Onu, la percentuale femminile è aumentata di un solo punto: dal 63 al 64%. Segno che esiste ancora una grande discriminazione che riguarda l’accesso all’istruzione delle donne.

  torna all'elenco stampa invia articolo
   

 

 
Per un’ora d’amore
La violenza maschile sulle donne, l'omofobia, il bullismo e gli stereotipi ...
vedi altre news
 
 
Educare al genere è urgente e necessario
vedi altri
 
Attrice da Oscar
(Kenya)
 
La bellezza educherà il mondo
La passione educativa di papa Francesco traspare in tutti ...
vedi altri libri  
 
Speranze di pace e disarmo
 
24 aprile: “Verso il 21 marzo
© COMBONIFEM | P.Iva: 00524770237 | network@combonifem.it PROGETTI | OLTRE LA NOTIZIA | PROFILO | SGUARDO FUORI | AGENDA | ZOOM