Ha partecipato altre volte ad eventi di questo tipo? Questo convegno ha corrisposto alle sue attese?Ero più interessato agli incontri a margine del convegno che all’assise stessa, che poi si è rivelata di alto profilo, interessante, ma non facile da seguire: gli interventi erano pensati per la pubblicazione e le riflessioni mi sono parse ricerche preziose “per addetti ai lavori”.Quali sono le sue impressioni sui temi affrontati?L’asse del convegno è decisivo: la lettura femminile, e più ancora l’esegesi femminista delle Scritture. Sono acquisizioni dell’ultimo secolo, la cui serietà è stata esplicitamente riconosci... leggi tutto
Tra riappropriazione e identità Oltre un centinaio le partecipanti al convegno internazionale 
“La Bibbia e le donne a partire dalla Riforma: 500 anni 
di cambiamenti”, tenutosi recentemente a Roma. Qualche presenza maschile, in un’aula magna gremita e vivace. 
Al centro del confronto, l’apporto che la Riforma ha dato alla comprensione del testo sacro e, soprattutto, le nuove linee interpretative da parte delle donne, in una prospettiva di lunga durata che va dal XVI secolo all’odierna esegesi femminista ... leggi tutto
Come è nata la sua passione per la teologia?Il mio interesse per la teologia è maturato quando frequentavo corsi di letteratura inglese per la mia laurea all’Università di Città del Capo, in Sudafrica. Fu allora che mi resi conto di quanto la teologia permeasse la letteratura. Dopo la laurea, ho frequentato corsi di teologia e letteratura a Durham, in Inghilterra, dove il mio interesse per la teologia è ulteriormente cresciuto studiando la liturgia anglicana. Perché ha scelto di interessarsi di liturgia e di ecumenismo?Approfondendo la liturgia, ho compreso quanto le tradizioni cristiane abbiano in comune. Stiamo ancora discutendo sulle nostre... leggi tutto
La predicazione femminile era ben presente nelle piazze medievali. Ricordiamo Domenica da Paradiso, ma anche le predicatrici del movimento pauperista medievale dei Valdesi. La conoscenza biblica, che la Riforma e l’Umanesimo favoriscono, spinge le donne a creare circoli di lettura dell’evangelo e di discussione dei temi della Riforma, in particolare la libertà di ogni credente e la gratuità della salvezza.Il sacerdozio universale proclamato da Lutero ha trovato seguito nel pieno accesso delle donne al ministero pastorale solo tra fine Settecento e Ottocento.In Italia la prima Chiesa ad ammettere le donne al pastorato è stata quella Valdese nel 1962. Oggi, nel... leggi tutto
Oggi molte persone – giovani e non solo – non hanno troppa simpatia per la storia, ritenuta noiosa o a volte anche dannosa, perché rischia di fare di noi delle persone girate indietro, mentre nella corsa vorticosa imposta dal sistema attuale già il presente fatica a fermarsi, inclinato costantemente verso il futuro. Colpisce però trovare delle costanti nella documentazione che attraversa i secoli. Termini che risuonano anche nella contemporaneità. In “Bibbia e Donne” – che ha rintracciato 500 anni di Riforma e di riforme – alcune parole ci hanno colpite proprio per la trasversalità: curiosità, – emergenza, &n... leggi tutto
Sono cresciuta al Nord della Germania, terra protestante luterana. Mia madre ha una fede salda in “Dio”; un Dio semplice, sempre presente, con il quale puoi parlare dei problemi, delle paure. Ma se commetti un peccato ti punisce subito.Né confessioni, né l’obbligo di andare sempre in chiesa, ma Dio come istanza di etica e morale.In chiesa si cantava; amavo gli inni, l’organo e le chiese protestanti bianche o di mattoni rossi, semplici, piene di luce, che entrava dalle grandi finestre gotiche.La mia fede è una ricerca continua della sorgente di tutto ciò che respira, che esiste. Un progetto fatto insiemeQuattro anni fa, feci la proposta all... leggi tutto
Relatori e partecipanti provenienti da contesti accademici, linguistici ed ecclesiali diversi, hanno dato vita ad una inedita comunità di ricerca, profezia di pace in scenari non certo idilliaci.Nella tavola rotonda di conclusione è stato proposto un ricco itinerario storico, dalla Riforma al Novecento, fino ai giorni nostri, con un’apertura al ruolo della teologia femminista e alla pratica delle varie Chiese. Il taglio puntuale dei contributi ha permesso di esemplificare la concreta azione e gli spazi acquisiti dalle donne nei vari periodi. Un prisma di SIGNIFICATIIl tema proposto nel convegno si presenta come un prisma dalle molteplici facce, che rappresentano i vari t... leggi tutto

CHI SIAMO

Il Centro di Comunicazione Combonifem è un stato costituito a Verona dalle Suore missionarie comboniane nel 2008.

Attraverso una rivista, un sito web e social media correlati promuove la dignità di ogni persona nel rispetto delle differenze di genere, di cultura e di religione, per far crescere società inclusive attente al bene comune.

Il nome stesso, “Comboni-fem”, esprime il valore della prospettiva femminile nella comunicazione ...

 

Leggi Tutto

Instagram

FACEBOOK POST

YOU TUBE

All for Joomla All for Webmasters
Utilizziamo i cookies per facilitare una migliore esperienza sul nostro sito. Se continui la navigazione riteniamo confermato il tuo assenso. Clicca qui per sapere di più sulla policy.