Sabato, 10 Febbraio 2018 14:41

Una scienza per il popolo

La scienza e l'uguaglianza di genere sono entrambe vitali per il raggiungimento degli obiettivi di sviluppo. Qui raccontiamo di chi, in Africa, crede nella scienza fatta dalle donne.

Negli ultimi 15 anni, la comunità globale ha fatto un grande sforzo per ispirare e coinvolgere donne e ragazze nella scienza, nella tecnologia e nell’imprenditoria. Tuttavia, donne e ragazze continuano ad avere minore considerazione rispetto agli uomini in questi ambienti.

Secondo uno studio condotto in 14 Paesi, le probabilità per le studentesse di raggiungere una laurea, un master o un dottorato in discipline scientifiche sono rispettivamente del 18%, 8% e 2%, mentre le percentuali degli studenti di sesso maschile sono 37 %, 18% e 6%.

Fortunatamente però il successo di queste poche ha comunque lasciato il segno. Stimolando, soprattutto negli ultimi anni, un aumento nel numero delle ragazze che credono nella loro capacità di raggiungere un alto livello nell'arena della scienza. Una di queste è Blessing Kwomo, una giovane dottoressa nigeriana.

In Nigeria tifo, colera e tubercolosi sono solo alcune delle malattie che affliggono le comunità più povere. Anche Kwomo aveva contratto la febbre tifoide da bambina e, crescendo, ha notato come la malattia si ripresentasse nei periodi successivi alle cure e che tutto questo poteva essere prevenuto istruendo la popolazione ad adottare alcune pratiche di base per la sanità. Lavarsi le mani, ad esempio, o far bollire l'acqua prima di bere e cucinare.

Stare a contatto con queste problematiche ha sviluppato in Kwomo una passione per la medicina. Durante il suo primo anno di studi a Port Harcourt, si rese conto che alcuni dei disturbi che i suoi pazienti dovevano affrontare non potevano essere risolti in ospedale. Così iniziò ad offrire consultazioni a domicilio per scoprire se la causa delle continue malattie fosse nello stile di vita delle persone. Durante questi incontri Kwomo suggeriva alcuni rimedi naturali in grado di potenziare il sistema immunitario e aiutare i pazienti a riprendersi.

Erano consigli utili e molto richiesti - perché si concentravano sul trattamento della causa della malattia, piuttosto che solo sui sintomi – tanto che nel 2014, Kwomo lanciò il De Rehoboths Therapeutic Studio, che offre un approccio olistico all'assistenza sanitaria. Oltre ad offrire ai pazienti un consulto fisico e una consulenza sull'ambiente domestico, aiuta anche a migliorare il loro spazio vitale in modo concreto: andando nelle case e mostrando come pulire l'acqua, come costruirne un buon servizio igienico o un buon riparo.

Il suo studio consente pagamenti a rate per soddisfare le realtà finanziarie delle famiglie a basso reddito, ma molti hanno ancora difficoltà a permettersi i suoi servizi, così Kwomo ha deciso di collaborare con un partner in grado di formare donne disoccupate in competenze come la bordatura e il cucito, per aiutarli a guadagnare ulteriori entrate per le loro famiglie.

L’obiettivo della sua attività, è quello di cambiare lo stile di vita delle persone in modo che l'assistenza sanitaria sia più efficace. Soprattutto per le popolazioni a basso reddito che non hanno accesso al sistema sanitario nazionale.

Last modified on Domenica, 11 Febbraio 2018 23:03

CHI SIAMO

Il Centro di Comunicazione Combonifem è un stato costituito a Verona dalle Suore missionarie comboniane nel 2008.

Attraverso una rivista, un sito web e social media correlati promuove la dignità di ogni persona nel rispetto delle differenze di genere, di cultura e di religione, per far crescere società inclusive attente al bene comune.

Il nome stesso, “Comboni-fem”, esprime il valore della prospettiva femminile nella comunicazione ...

 

Leggi Tutto

Instagram

FACEBOOK POST

YOU TUBE

All for Joomla All for Webmasters
Utilizziamo i cookies per facilitare una migliore esperienza sul nostro sito. Se continui la navigazione riteniamo confermato il tuo assenso. Clicca qui per sapere di più sulla policy.