Sconcertano le 261 parole – tante sono, compresa la data - del comunicato stampa della Segreteria generale della Conferenza episcopale italiana, la sera dello scorso 26 aprile, a pochi minuti di distanza dalla conferenza stampa del premier Giuseppe Conte, sulle misure di approccio alla fase 2, per la gestione della crisi da Covid-19. Chi scrive quelle parole rivela non certo il meglio di sé, sul piano delle intenzioni che le agitano e dei contenuti che vogliono trasportare. Il tono rivendicativo di diritti – fosse anche quello sacrosanto della libertà di culto – non viene messo nella sua giusta correlazione con il linguaggio dei dove... leggi tutto
Per combattere le difficoltà occupazionali, garantire le forniture alimentari e stabilizzare i prezzi e l’inflazione con lo svolgimento regolare delle campagne di raccolta in agricoltura la Coldiretti ha varato la banca dati “Jobincountry” autorizzata dal Ministero del Lavoro con le aziende agricole che assumono. L’iniziativa è estesa a tutta la Penisola dopo il successo della fase sperimentale realizzata in Veneto con l’arrivo nella prima settimana di ben 1500 offerte di lavoro di italiani con le più diverse esperienze – spiega la Coldiretti – dagli studenti universitari ai pensionati fino ai cassaintegrati, ma non mancano neppu... leggi tutto
Chi può ormai usare il detto “essere virale” senza tremare un pochino? Chi può vedere ancora qualcosa -la maniglia di una porta, una confezione di cartone, una borsa di verdure – senza immaginare che pulluli di quelle invisibili, non-morte, inanimate masse cosparse di ventose allungate che aspettano solo di attaccarsi ai nostri polmoni? Chi può pensare di baciare un estraneo, salire sull’autobus o mandare i propri figli a scuola senza sentire una vivida paura? Chi può pensare ai piaceri quotidiani senza valutarne il rischio? Chi fra di noi non è un epidemiologo improvvisato, un virologo, uno statistico o un profeta? Chi fra gli sc... leggi tutto
Siamo in due, in casa tutto il giorno, le notizie si accavallano con numeri ed esortazioni alla prudenza: una donna, un uomo. Parliamo, confrontiamo le nostre sensazioni su questo tempo sospeso. Vediamo l’impegno di donne e uomini per arginare il diffondersi dell’epidemia, per curare chi ha contratto il virus, per alleviare i problemi di chi non ha più lavoro e per sostenere un’economia che faticherà a riprendersi. Si può parlare di donne impegnate nell’emergenza quotidiana e di uomini che parlano sulla scena pubblica? Credo che la questione si ponga su un altro piano. In questi anni abbiamo avuto modo di frequentare diversi ospedali e abbiamo n... leggi tutto
In Africa resta ancora basso il livello di diffusione della pandemia del coronavirus. Secondo dati ufficiali in 47 stati su 54 del continente si registrano 4.748 casi di contagio – di cui 1.292 solo in Sudafrica – con 174 decessi e 330 persone guarite. Ma non c’è da illudersi, dichiara Ellen Johnson Sirleaf, ex presidente della Liberia e premio Nobel della pace, che avverte: «È solo una questione di tempo. Il Covid-19 colpirà il continente, che è il meno preparato ad affrontarlo. Dobbiamo agire adesso per rallentarlo, rompere la catena di trasmissione». Per alcuni misure strettissime Già vari stati africani si sono mobilitati... leggi tutto
Nel tempo sospeso che stiamo vivendo, bloccate in casa dal coronavirus, si apre lo spazio di un ripensamento che abbraccia tutti gli aspetti della vita. A noi due – Vita e Marina – sono tornate in mente le parole orientanti di una pensatrice postpatriarcale che da tempo lavora a un nuovo inizio del pensiero sul mondo. Vi proponiamo stralci della sua comunicazione al Simposio delle filosofe 2006. Il testo completo si trova nel libro Il pensiero dell’esperienza, a cura di Annarosa Buttarelli e Federica Giardini (Baldini Castoldi Dalai editore 2008). (Vita Cosentino e Marina Santini) Con una parola qualsiasi può prendere inizio un nuovo modo di parlare. Per esempio la ... leggi tutto
Le abbondanti piogge cadute nelle settimane scorse nel deserto del Namib, in Africa, hanno provocato uno dei fenomeni più spettacolari della natura, la fioritura di milioni di bulbi che per decine di chilometri hanno ricoperto il terreno sabbioso completamente inaridito da tre anni. I gigli del deserto appartengono alla famiglia degli Hesperocallis, un genere di piante da fiore che comprende una singola specie l’Hesperocallis undulata, noto anche come giglio ajo. I fiori di questa specie sono grandi, bianchi con sfumature rosa o verde e sono molto profumati, specialmente di notte. Ci vogliono buone piogge per risvegliare i gigli del deserto, meglio conosciuti in questa zona del... leggi tutto
Mentre siamo bombardati e storditi dalle notizie dell’epidemia Coronavirus, la pentola a pressione nel Medio Oriente sta scoppiando. La Turchia, in guerra contro la Siria, sostenuta dalla Russia, per il controllo della città di Idlib, si vede arrivare un altro milione di rifugiati, in buona parte bambini e donne. Ankara, che già trattiene sul suo suolo quattro milioni di rifugiati siriani e afghani per un accordo scellerato con la UE, dalla quale ha ricevuto sei miliardi di euro, non ce la fa più e sta ricattando l’Europa per nuovi finanziamenti. Per ottenerli ha aperto le frontiere verso la Grecia. 18.000 siriani hanno già attraversato il confine ma... leggi tutto
In questi giorni il virus ci spinge a rimanere in casa, evitare posti affollati e scongiurare qualsiasi contatto. Nonostante molti e molte possano comunque appellarsi alle funzionalità dello smart working, delle lezioni online e delle conversazioni via Skype; il tempo sembra dilatarsi. E così mentre eventi e manifestazioni in programma per celebrare la Giornata internazionale dei diritti della donna vengono annullati, il web offre ancora la possibilità di passare del tempo a riflettere sul tema.Leggendo sì, ma anche ascoltando. Ecco, allora, alcuni dei migliori podcast italiani che raccontano di donne e femminismo. Avete mai sentito parlare di Morgana? Ogni 17... leggi tutto
Con la sua esortazione apostolica Querida Amazonia (QA) papa Francesco guarda oltre, verso l’arduo orizzonte dell’ecologia integrale e della comunità cristiana rinnovata nelle fondamenta. Con “donne forti e generose” come le chiama il papa (QA 99). Capaci di tenere in piedi intere comunità in luoghi molto difficili. Dell’Amazzonia e degli angoli più remoti delle Afriche e del mondo. Intrepide testimoni del Vangelo, hanno commosso Francesco e i partecipanti al sinodo nell’ottobre dello scorso anno. In quell’aula, una di loro, indigena del Brasile, ha osato dire: «Cardinali! Prendete i remi per far avanzare la barca di Franc... leggi tutto
Pagina 2 di 14

CHI SIAMO

Il Centro di Comunicazione Combonifem è un stato costituito a Verona dalle Suore missionarie comboniane nel 2008.

Attraverso una rivista, un sito web e social media correlati promuove la dignità di ogni persona nel rispetto delle differenze di genere, di cultura e di religione, per far crescere società inclusive attente al bene comune.

Il nome stesso, “Comboni-fem”, esprime il valore della prospettiva femminile nella comunicazione ...

 

Leggi Tutto

Instagram

FACEBOOK POST

YOU TUBE

All for Joomla All for Webmasters
Utilizziamo i cookies per facilitare una migliore esperienza sul nostro sito. Se continui la navigazione riteniamo confermato il tuo assenso. Clicca qui per sapere di più sulla policy.