Fare memoria della Liberazione aiuta a non dare per scontata la possibilità di vivere oggi in libertà. Ogni liberazione da situazioni oppressive e violente, che riducono al silenzio ogni voce “altra” e soffocano ogni pensiero che non rimanga intrappolato in gabbia, chiede rispetto per le vittime ed esorta chi sopravvive alla riconciliazione, soprattutto se il Paese emerge dalle macerie di una lacerante guerra civile. Le contrapposizioni escludenti avvelenano il processo di “rigenerazione” della società e spesso fanno degenerare la “liberazione” in una nuova dittatura. Questo è accaduto e accade in molto Paesi: chi ha liberato ... leggi tutto
Maria siede intenta all’ascolto mentre versa acqua all’assetato, come un giorno fece la donna di Samaria con l’Uomo che le chiedeva da bere. Marta è tutta presa nel servizio dell’accoglienza al Viandante, davanti alla porta spalancata della Casa. Qui trovano spazio i bisogni che scaturiscono dalle fragilità ferite e dalle necessità di sussistenza del corpo. Qui trova accoglienza il sogno di essere abbracciati con quanto è custodito dentro la valigia sempre un po’ pesante dell’anima.La scritta in tedesco “Vestiti per il terzo mondo” allarga i confini della Chiesa in uscita e trascrive la scena nel tempo presente: il R... leggi tutto
Ignazio sa anche che, spesso, Dio sceglie situazioni apparentemente banali e lontane dal sublime per comunicare con le sue creature. Al contempo sa che, sebbene non sia in nostro potere caricare di comunicazione divina questa o quell’altra situazione, spesso scambiamo per comunicazione divina ciò che è solo frutto delle nostre proiezioni. Gli Esercizi Spirituali, dunque, da un lato sono uno strumento per imparare l’alfabeto, la grammatica e la sintassi della personalissima comunicazione divina, dall’altro offrono indicazioni su come riconoscere se il messaggio proviene da Dio, da noi stessi, o da forze esterne impegnate ad ostacolare la nostra relazione con D... leggi tutto
I temi trattati sono stati spunti per un colloquio allargato, invito a leggere la realtà in divenire che trasforma e sfida ad aprirsi a un futuro ancora incerto, da costruire insieme.La mattinata è stata dedicata al tema “Fede e femminismo. Riflessioni e prospettive”, presentato da Elizabeth Green, pastora dell’Unione Cristiana Evangelica Battista a Cagliari, teologa femminista, attenta alle problematiche della violenza sulle donne.La tematica è stata affrontata a partire dalla crisi del femminismo classico che si ritrova a confrontarsi con una realtà che sembra essere ancora più fragile di prima, dove i cambiamenti sociali ed economici no... leggi tutto
C’è una frase di Hélène Cixous che funziona dentro di me (come a volte capita) tanto da esame di coscienza quanto da motore di una permanente curiosità: «Pertanto, resisto alla chiusura, qualunque essa sia, che sia donna o lingua».È un movimento di resistenza, perché la tendenza istintiva, almeno la mia, è a circoscrivere, a definire, a classificare… La storia culturale e sociale del nostro Occidente, almeno negli ultimi tre secoli, ha coltivato una razionalità classificatoria, dall’invenzione delle enciclopedie nel Settecento fino all’odierna “necessità” di definire sé stes... leggi tutto
Anche noi ci uniamo al coro polifonico e inclusivo che il 9 dicembre celebra la tua VITA! Settanta primavere, che ben presto hanno sparso la fragranza contagiosa della tua fede fattiva e del tuo impegno “politico”, attento alla quotidianità. Esploratrice di sentieri poco battuti hai aperto piste e offerto prospettive altre sulla presenza delle donne nella Scrittura, nella Chiesa e nella società. Hai osato tessere molteplici iniziative di incontro e confronto, fra le quali il Coordinamento delle teologhe italiane, di cui sei stata presidente dal 2003 al 2013. Il Pontificio Ateneo Sant’Anselmo ti vede da tanti anni appassionata docente di Nuovo Testamento e ... leggi tutto
Ha partecipato altre volte ad eventi di questo tipo? Questo convegno ha corrisposto alle sue attese?Ero più interessato agli incontri a margine del convegno che all’assise stessa, che poi si è rivelata di alto profilo, interessante, ma non facile da seguire: gli interventi erano pensati per la pubblicazione e le riflessioni mi sono parse ricerche preziose “per addetti ai lavori”.Quali sono le sue impressioni sui temi affrontati?L’asse del convegno è decisivo: la lettura femminile, e più ancora l’esegesi femminista delle Scritture. Sono acquisizioni dell’ultimo secolo, la cui serietà è stata esplicitamente riconosci... leggi tutto
Oggi molte persone – giovani e non solo – non hanno troppa simpatia per la storia, ritenuta noiosa o a volte anche dannosa, perché rischia di fare di noi delle persone girate indietro, mentre nella corsa vorticosa imposta dal sistema attuale già il presente fatica a fermarsi, inclinato costantemente verso il futuro. Colpisce però trovare delle costanti nella documentazione che attraversa i secoli. Termini che risuonano anche nella contemporaneità. In “Bibbia e Donne” – che ha rintracciato 500 anni di Riforma e di riforme – alcune parole ci hanno colpite proprio per la trasversalità: curiosità, – emergenza, &n... leggi tutto
Nell’anno che celebra i cinquecento anni della Riforma di Lutero, le donne si sono fatte promotrici di un momento di incontro e confronto. Convenute lo scorso 5 maggio alla Facoltà teologica valdese di Roma, teologhe, pastore, storiche e bibliste di vari Paesi si sono incontrate e confrontate su “La Bibbia e le Donne a partire dalla Riforma: 500 anni di cambiamenti”. Non sono mancati uomini, neppure nel portare relazioni e contributi. Purtroppo erano pochi, come se un’iniziativa promossa dalle donne non interessasse anche gli uomini… Per due giorni, con prospettiva storica, le relazioni hanno raccolto e dato voce a donne che, in secoli pervasi dal domi... leggi tutto

CHI SIAMO

Il Centro di Comunicazione Combonifem è un stato costituito a Verona dalle Suore missionarie comboniane nel 2008.

Attraverso una rivista, un sito web e social media correlati promuove la dignità di ogni persona nel rispetto delle differenze di genere, di cultura e di religione, per far crescere società inclusive attente al bene comune.

Il nome stesso, “Comboni-fem”, esprime il valore della prospettiva femminile nella comunicazione ...

 

Leggi Tutto

FACEBOOK POST

YOU TUBE

All for Joomla All for Webmasters
Utilizziamo i cookies per facilitare una migliore esperienza sul nostro sito. Se continui la navigazione riteniamo confermato il tuo assenso. Clicca qui per sapere di più sulla policy.