Sono circa 821 milioni le persone che, nel 2017, soffrono di denutrizione per la mancanza cronica di alimenti. Un numero in aumento da 2014, che nel 2016 aveva raggiunto circa 804 milioni e ad oggi è aumentato fino a raggiungere i livelli di dieci anni fa. I dati emergono dal nuovo rapporto presentato dalle agenzie dell'Onu (Fao, Ifad, Pam Unicef e Oms) dal titolo "Lo stato di sicurezza alimentare e nutrizione nel mondo". Se in Italia si parla di 2,7 milioni di persone povere che non riescono a procurarsi il cibo. La quota di persone denutrite nella popolazione mondiale ha raggiunto, nel 2017, il 10,9%. Il problema sta peggiorando enormemente nei paesi in via di sviluppo, come il Su... leggi tutto
Borno, Adamawa e Yobe. Non sono solo remoti Stati federali, teatri del conflitto civile di matrice jihadista che infiamma il nord-est della Nigeria. Sono anche regioni in cui si sta consumando nel silenzio una delle più gravi crisi umanitarie degli ultimi decenni. È qui che gran parte dei 5,2 milioni di nigeriani soffre di insicurezza alimentare. «La situazione nel Sahel è destinata ad aggravarsi a partire da questo mese di giugno», afferma un recente rapporto delle Nazioni Unite. E nell’intera regione subsahariana il totale delle persone minacciate dalla carestia è ormai vicino ai 26 milioni. «Diminuiranno le riserve di cibo in gran parte... leggi tutto

CHI SIAMO

Il Centro di Comunicazione Combonifem è un stato costituito a Verona dalle Suore missionarie comboniane nel 2008.

Attraverso una rivista, un sito web e social media correlati promuove la dignità di ogni persona nel rispetto delle differenze di genere, di cultura e di religione, per far crescere società inclusive attente al bene comune.

Il nome stesso, “Comboni-fem”, esprime il valore della prospettiva femminile nella comunicazione ...

 

Leggi Tutto

Instagram

FACEBOOK POST

YOU TUBE

All for Joomla All for Webmasters
Utilizziamo i cookies per facilitare una migliore esperienza sul nostro sito. Se continui la navigazione riteniamo confermato il tuo assenso. Clicca qui per sapere di più sulla policy.