«Date in elemosina ciò che c’è all’interno e per voi tutto sarà puro» (Lc 11,41). Questo Vangelo, da me letto l’11 novembre 2016, mi ha colpito profondamente ed è stato come un segno che mi incoraggiava a considerare la strada della consacrazione. Avevo cominciato a pensarci dall’estate di quell’anno, dopo un tempo in Uganda con il Centro Missionario Diocesano di Trento. Il mio gruppo era capitato a Kotido, ospite del vescovo, un missionario comboniano. Prima di allora non conoscevo la Famiglia comboniana.Quel viaggio mi ha fatto innamorare dell’Africa e mi ha appassionato allo stile comboniano di missione, che uni... leggi tutto
Sono Valeria e ho quasi 25 anni. Ho iniziato il Gim a Padova nel 2015 e l’ho concluso nel giugno 2019. Domenica 27 ottobre ho partecipato a Missio Meeting Giovani 2019, organizzato nel seminario minore di Rubano (Pd) dal Centro missionario diocesano e altre realtà missionarie. Eravamo quasi 200: la mattina abbiamo ascoltato tre testimonianze, il pomeriggio abbiamo partecipato ai laboratori (consapevolezza ambientale, danza e musica afro, arte migrante…) e infine abbiamo concluso con la messa. Testimonianze fortiCiò che più mi ha colpito sono state le testimonianze: John Mpaliza, italo-congolese che guida marce di sensibilizzazione contro il genocidio in att... leggi tutto
Mi chiamo Margherita, ho 22 anni e sono laureata in Scienze politiche. Per puro caso nel 2017 ho incrociato il Gim di Venegono e da lì non me ne sono più andata. Ho incontrato testimoni di vita vera e i miei nuovi amici sono diventati famiglia.La mia grande avventura comincia proprio a marzo scorso, tre giorni dopo la laurea: Milano – Istanbul – Entebbe – Bunia e poi la destinazione finale, Mungbere, villaggio nella Repubblica democratica del Congo. Ho sempre sognato di scoprire quel mondo che sembrava così distante e Mungbere, finalmente, mi aspettava proprio nel bel mezzo della foresta. Cronache di viaggioDopo due voli internazionali e poche ore di s... leggi tutto
Mi chiamo Giulia e vivo a Verona.Ho conosciuto le Missionarie comboniane per caso: era il 2016, e i miei genitori avevano offerto collaborazione saltuaria per accompagnare l’inserimento di tre giovani profughe ospitate dalle suore.Da allora mi sono coinvolta di più. Dopo la laurea magistrale in Scienze della formazione primaria, nel 2018 sono partita con il programma Erasmus post-laurea dell’Università di Padova per insegnare in una scuola primaria in Portogallo, a Lisbona. Lì sono stata accolta come una sorella dalle Missionarie comboniane. Da marzo a luglio ho trascorso mesi davvero belli, in particolare con suor Mary Carmen, a Fetais, una periferia molto p... leggi tutto
Immersione nella realtàIl Giubileo è iniziato in accordo con lo stile concreto del Gim: suddivisi per gruppi e ispirati da don Tonino Bello, ci siamo immersi in cinque realtà del territorio che ci stanno a cuore: contrasto alla tratta delle donne, contrasto al caporalato, antimafia, tutela dell’ambiente, pace e giustizia.Queste problematiche, tutte collegate tra loro e più estese e internazionali di quanto non si possa pensare, ci invitano a riflettere, come umanità, sul vero significato della vita e del mondo che ci sono stati donati. E, come Gim, ci invitano a diventare qualcosa di più di un percorso spirituale formativo per giovani: un vero ... leggi tutto
Dall’infanzia sento abitare in me come una forza che non si può spiegare, come un seme ignoto pronto a germinare.Qualcosa che mi chiamava, ma che prima non percepivo con chiarezza. Qualcosa di invisibile ai miei occhi già sussurrava alle mie orecchie, ma io mi impedivo di ascoltare.Quando mi sono iscritta alla Missão mais (Missione più), esperienza di una settimana a Camarate, zona di forte immigrazione nella periferia di Lisbona, non sapevo bene che cosa mi attendesse; conoscevo poco quel progetto e per me Lisbona era una città completamente nuova. Le missionarie comboniane, poi, erano una congregazione sconosciuta e con uno stile di vita totalmente ... leggi tutto
Ingiustizia scandalosaMi ha profondamente toccato, in Centro America, l’incontro con chi vive in contesti di povertà e sfruttamento, in questi Paesi la cui storia è caratterizzata da una lunga catena di repressione, brutalità e violenza contro chi lotta per la giustizia sociale. A Città del Guatemala il nostro gruppo ha conosciuto la realtà del Mojoca, che è nata a partire da ragazzi e ragazze di strada per dare speranza, rinascita e un riscatto sociale a tante persone altrimenti condannate alla disperazione e al degrado. È meraviglioso quello che sta accadendo lì: che l’umanità resista per fiorire splendidamente dove... leggi tutto
Il racconto inizia qui, dai primi passi... Il miracolo del passaparola Al cuor non si comanda, e io conobbi la famiglia comboniana grazie alle parole di un ragazzo per cui, ormai quasi dieci anni fa, avevo una cotta enorme. All’epoca lui ed altri amici stavano seguendo il percorso del Gim e mi invitarono a partecipare al primo incontro di settembre. Arrivai a messa quasi conclusa perché, per strada, mi si ruppe la bici e fui costretta a legarla a una rastrelliera e raggiungere a piedi la casa. Appena entrata in chiesa (ovviamente nel silenzio più totale), padre Daniele Zarantonello, dall’altare mi chiese come mi chiamavo e come mai ero lì; il che rese tutto... leggi tutto

CHI SIAMO

Il Centro di Comunicazione Combonifem è un stato costituito a Verona dalle Suore missionarie comboniane nel 2008.

Attraverso una rivista, un sito web e social media correlati promuove la dignità di ogni persona nel rispetto delle differenze di genere, di cultura e di religione, per far crescere società inclusive attente al bene comune.

Il nome stesso, “Comboni-fem”, esprime il valore della prospettiva femminile nella comunicazione ...

 

Leggi Tutto

Instagram

FACEBOOK POST

YOU TUBE

All for Joomla All for Webmasters
Utilizziamo i cookies per facilitare una migliore esperienza sul nostro sito. Se continui la navigazione riteniamo confermato il tuo assenso. Clicca qui per sapere di più sulla policy.