Un tessuto di mille coloriNegli ultimi due anni l’Unione Internazionale Superiore Generali (Uisg) ha promosso diverse iniziative di formazione sull’interculturalità nella vita religiosa, rispondendo a un bisogno che veniva proprio dalle religiose, soprattutto da quelle appartenenti a congregazioni internazionali con governi generali sempre più multiculturali. Hanno sollevato istanze, posto domande e indicato sfide, e nel 2019 è stato promosso un programma formativo su “Interculturalità e vita religiosa”: due settimane con 200 partecipanti di 50 congregazioni differenti. Nel 2020 e 2021 la pandemia ha favorito la formazione online attravers... leggi tutto
Tutto inizia nel 2004: il Congresso internazionale della vita consacrata “Passione per Cristo, passione per l’umanità” invita a osare nuove forme di vita religiosa, più prossima all’umanità sofferente. Poche settimane dopo, un vescovo del Sud Sudan lancia un appello alla Commissione giustizia, pace e integrità della creazione (Gpic) dell’Uisg /Usg: il Sudan è alla vigilia della firma di un trattato di pace che pone fine a quasi 50 anni di guerra civile con il Sud. Segue una richiesta formale dei vescovi sudanesi e Adele Brambilla, allora superiora generale delle Suore missionarie comboniane, partecipa alla loro plenaria e porta... leggi tutto
Se la Uisg fosse un quadro, le pennellate sarebbero di tanti colori e sfumature, ma quelle più marcate sarebbero l’internazionalità, la collaborazione, la ricchezza delle differenze e l’intercongregazionalità. Quest’ultimo termine non è ancora entrato nel vocabolario corrente, ma per la Uisg è come il sangue che ossigena: ne plasma l’identità. Insieme, la visione diventa realtàLa missione intercongregazionale implica che «una visione può diventare realtà solo insieme», come spiega la maltese Carmen Sammut, missionaria di Nostra Signora d’Africa (“suore bianche”). Ha presiedut... leggi tutto
È stata una maratona a staffetta durata 7 ore, con partenza alle 10.00 (italiane) di lunedì 8 febbraio 2021.Vi hanno assistito circa 3.000 persone, dall’Oceania alle Americhe, in un incredibile intreccio "online". Dall’Australia, a passo meditativo, hanno raggiunto Giappone, Filippine, e Indonesia; poi Tailandia, Cambogia, Vietnam, Sri Lanka, India… attraversando in tutto 29 Paesi dei 5 continenti. In Italia sono arrivate verso le 14.00, dopo essere passate da Albania, Regno Unito e Spagna. Moltissime le donne, in gran parte religiose. Fra la minoranza di uomini, uno di eccezione, papa Francesco, che ha donato il suo saluto alla maratona in transito dal Vati... leggi tutto
La “suora” come categoria neutra e stereotipata esiste solo nel proprio immaginario.Nel mondo vivono oggi più di 700.000 religiose, appartenenti a un grande numero di congregazioni diverse, ognuna con la sua particolarità, il suo “carisma”. Dal greco charis (grazia), il carisma è l’effetto della “grazia di Dio” all’opera in chi inizia e fa crescere un’iniziativa per il bene comune. Nel caso delle religiose, una congregazione e i servizi che essa provvede in risposta ai bisogni del tempo e del luogo. Il carisma è come il nome che identifica un istituto e dice quale sarà il suo compito.Quante congregazioni... leggi tutto
Oggi, che maggiore calma sembra prevalere sul rumore che ha seguito il nostro incontro, possiamo dire che le questioni da noi sollevate durante l’udienza volevano riflettere una realtà più ampia del solo diaconato. La missione delle religiose, i rapporti con le Chiese locali, lo studio e la formazione, il ruolo e il servizio dell’Unione internazionale delle Superiore generali (Uisg) per le donne consacrate. Sollecitando una Commissione di studio sul diaconato permanente alle donne, l’Uisg ha solo gettato un seme, ma ora il lavoro dei membri della Commissione, uomini e donne, avrà un suo cammino, che noi seguiremo con attenzione, ma apre strade che vann... leggi tutto

CHI SIAMO

Il Centro di Comunicazione Combonifem è un stato costituito a Verona dalle Suore missionarie comboniane nel 2008.

Attraverso una rivista, un sito web e social media correlati promuove la dignità di ogni persona nel rispetto delle differenze di genere, di cultura e di religione, per far crescere società inclusive attente al bene comune.

Il nome stesso, “Comboni-fem”, esprime il valore della prospettiva femminile nella comunicazione ...

 

Leggi Tutto

Instagram

YOUTUBE

All for Joomla All for Webmasters
Utilizziamo i cookies per facilitare una migliore esperienza sul nostro sito. Se continui la navigazione riteniamo confermato il tuo assenso. Clicca qui per sapere di più sulla policy.