«Toc, toc. Chi è? Più di metà della Chiesa». Uno slogan forte, intonato da un piccolo gruppo di uomini e donne che, il 3 ottobre, hanno fatto capolino fuori dalle porte dal Vaticano proprio in concomitanza con l’apertura del Sinodo dei Vescovi. Il tema del Sinodo, quest’anno, era il coinvolgimento dei giovani nella comunità della Chiesa. Secondo i manifestanti, uno dei modi per farlo sarebbe assegnare un ruolo più importante alle donne nella Chiesa, per evitare che abbandonino la Chiesa già da giovani, come sta succedendo in diverse parti del mondo.https://www.futurechurch.org/ Degli 1,3 miliardi di cattolici al mondo, pi&ug... leggi tutto
Sara Antonini, Donata Ferrari, Kathia di Serio, Daniela Serafin, Iris Gallardo e Laura Perin dalla Provincia Italia; Marisela de los Santos López e Rozineide Lima do Nascimento dalla Provincia Europa e Maria del Rosario Fernàndez Ramiro dalla Delegazione di Roma: nove consorelle fra i 35 e i 50 anni sono convenute a Roma dal 9 al 12 settembre per un tempo da vivere insieme con suor Luigia Coccia, superiora generale... non ancora cinquantenne. L’età “di mezzo” è una tappa particolare a livello umano, spirituale e nel cammino della congregazione. Questo incontro è stata una nuova tappa di un percorso di formazione qualificata, di confronto... leggi tutto
Le aspettative erano tante. Sono rimasta impressionata da una lettera indirizzata a papa Francesco da giovani missionari appartenenti a differenti Chiese cristiane: anche loro sperano che questo Sinodo possa aiutarli ad accompagnare meglio i loro coetanei nel discernimento della propria vocazione. Questo desiderio rivela che i giovani sono già co-creatori di una Chiesa relazionale, inclusiva e “in uscita”, in cui si sentono a casa.Una delle parole-chiave di questo evento è stata “ascoltare le aspirazioni dei giovani”. Mentre stavamo lavorando sulla prima parte dello Strumento di lavoro è emersa la necessità di vivere in modo concreto la cul... leggi tutto
A partire dal 3 ottobre, la minuscola Città del Vaticano ha respirato quattro settimane di mondialità travolgente: questa volta, però, hanno prevalso i colori porpora e rosso di vescovi e cardinali. La lista degli oltre 300 partecipanti alla XV Assemblea Generale Ordinaria del Sinodo dei Vescovi su “I giovani, la fede e il discernimento vocazionale” pullula di eminenze, eccellenze e monsignori. Di giovani tra 18 e 29 anni ce ne sono appena 34. Anche le donne rimangono una sparuta minoranza, e il diritto di voto, a parità di ruolo, è esclusivo appannaggio maschile. Da notare che soltanto due di coloro che possono votare non sono sacerdoti. Forse ... leggi tutto
Da ormai parecchi anni molte realtà in Italia propongono ai giovani di trascorrere un periodo in missione per un'esperienza concreta di incontro con il mondo. È una proposta che - anno dopo anno - sta crescendo non solo nei numeri ma anche nella qualità: non è semplicemente una «vacanza alternativa», ma una proposta che mira a lasciare il segno nello sguardo con cui un giovane affronta la propria vita, anche qui in Italia. Proprio per questo, in occasione del Sinodo che si tiene in questo mese di ottobre e ha per tema «I giovani, la fede e il discernimento vocazionale», le riviste missionarie riunite nella Fes... leggi tutto
Abbiamo iniziato il nostro cammino dalla basilica di Capurso, dove l’arcivescovo di Bari, Francesco Cacucci, ci ha inviato in pellegrinaggio a piedi da Bari a Molfetta. Lo abbiamo vissuto in compagnia di don Tonino Bello, nel venticinquesimo della sua morte. Eravamo un centinaio: giovani dai 16 ai 24 anni e una ventina di persone adulte come me, religiose e laiche, di accompagnamento. Abbiamo fatto 6 tappe: Valenzano, Noicattaro, Casamassima, Cassano, Grumo e Bitonto. In ognuna arrivavamo per il pranzo dopo 5-6 ore di cammino, iniziato la mattina presto per evitare il sole più caldo. Ci accoglieva un luogo di ristoro, dove prendere cibo insieme, ascoltare la testimonianza su do... leggi tutto
Il questionario, destinato principalmente alle Conferenze episcopali e ad altri organismi ecclesiali, aveva domande comuni e anche specifiche per ciascun continente. Quali criteri avete adottato per elaborare le domande “continentali”? Le domande “continentali” sono state elaborate durante la prima Riunione del Consiglio della Segreteria del Sinodo. I membri si sono divisi per gruppi continentali e hanno formulato 3 domande per ogni continente. Queste, insieme alle 15 domande generali, compongono il questionario che si trova alla fine del Documento Preparatorio, indirizzato alle Conferenze episcopali. Ciascun gruppo ha tenuto presente le questioni più rilevant... leggi tutto
Dal 2006 frequento la comunità di San Nicolò all’Arena di Verona. Ho iniziato come adolescente, partecipando al “gruppo adolescenti”. Terminato il percorso, ho deciso di rimanere a servizio di chi era più giovane di me: desideravo che gli stimoli a crescere offerti a me potessero passare anche a loro.Dapprima ho affiancato il “gruppo delle medie”; dopo, essendo cresciuta io stessa, sono passata ad animare il “gruppo adolescenti”, che seguo da sette anni. Attualmente il mio lavoro come insegnante supplente mi conferma che mi piace stare con i giovani: il contatto con loro alimenta un certa aspettativa verso la vita, che sento ven... leggi tutto
Immaginare il futuro implica dare attenzione alla moltitudine di giovani in fermento, densi di potenzialità e sprizzanti energia. Questo numero di Combonifem è dedicato a loro, sulla scia dell’iniziativa di papa Francesco che per loro ha indetto il prossimo ottobre un Sinodo dei vescovi: il primo nel suo genere nella storia della Chiesa cattolica.Non si tratta di una giornata mondiale, evento effervescente ma di breve durata, bensì di un tempo prolungato di ascolto e riflessione, per esplorare insieme piste esistenziali.Un “sinodo”, dal greco sýn (insieme)-hodós (via, cammino), è un “cammino percorso insieme” per conosc... leggi tutto

CHI SIAMO

Il Centro di Comunicazione Combonifem è un stato costituito a Verona dalle Suore missionarie comboniane nel 2008.

Attraverso una rivista, un sito web e social media correlati promuove la dignità di ogni persona nel rispetto delle differenze di genere, di cultura e di religione, per far crescere società inclusive attente al bene comune.

Il nome stesso, “Comboni-fem”, esprime il valore della prospettiva femminile nella comunicazione ...

 

Leggi Tutto

FACEBOOK POST

YOU TUBE

All for Joomla All for Webmasters
Utilizziamo i cookies per facilitare una migliore esperienza sul nostro sito. Se continui la navigazione riteniamo confermato il tuo assenso. Clicca qui per sapere di più sulla policy.