Per il Sinodo sull’Amazzonia, sono stata coinvolta dalla Rete ecclesiale panamazzonica (Repam) nel suo ampio processo di consultazione e riflessione teologica. Così la scorsa estate ho potuto incontrare tante comunità dell’Amazzonia boliviana.Per me, donna europea che studia la vita della Chiesa con approccio storico, è stato un tempo di grazia: anche io posso dire che per tutta la Chiesa «è giunto il tempo»… ed è «il tempo della raccolta».Il titolo di questa rubrica scaturisce proprio dal mio incontro con un gruppo di donne della Bolivia amazzonica, nella diocesi di Pando, che ha undici preti ed è vasta qua... leggi tutto
Che cosa succede quando ci si incontra dopo tanto tempo? Ci si racconta il vissuto, ci si rincuora di fronte al dolore e alle difficoltà, ci si sostiene… Insomma, si condivide. Ma questo intercapitolo si è intrecciato con due eventi ecclesiali particolarmente significativi: il mese missionario straordinario e il Sinodo dell’Amazzonia, vissuti come chiamata a rinnovare la passione di diffondere la Buona Notizia fra coloro che ne hanno bisogno, e farlo con lo sguardo di discepole che scoprono nelle “periferie” la voce del loro Maestro. Attente a Dio, presenti in tante situazioni considerate marginali, dove il diritto alla “vita piena” non &eg... leggi tutto
Marcivana Rodrigues Paiva, di etnia satere-mawe, lavora nel coordinamento per i popoli indigeni che vivono nelle città e partecipa alla pastorale indigena dell’arcidiocesi di Manaus, dove attualmente vive. Che cosa significa, per te, partecipare al Sinodo sull’Amazzonia?Posso anzitutto parlare per il mio popolo. È molto importante che noi, “popoli originari”, parliamo in prima persona, perché noi sappiamo quello che stiamo vivendo e che abbiamo vissuto. Essere al Sinodo mi rivela l’impegno che la Chiesa assume nel servizio alle popolazioni indigene e nella ricerca di nuovi cammini per essere presente in mezzo a loro e affrontare con loro le... leggi tutto
Papa Francesco, in occasione del Sinodo dei giovani del 2018, ha introdotto il diritto di voto per i religiosi non sacerdoti, ma per le religiose non ci è ancora riuscito. Figuriamoci per le donne laiche!L’inerzia patriarcale accumulata dalla Chiesa cattolica pesa come un macigno. Nel 2015 l’allora arcivescovo di Loreto, Giovanni Tonucci, parlando del Sinodo sulla famiglia ebbe a dire che, se il sinodo è “dei vescovi”, sono loro che devono votare, non altri. Eppure un “cammino insieme” dovrebbe essere più inclusivo, e forse potrebbe anche cambiare nome: essere il “sinodo della Chiesa”, non solo “dei vescovi”. S... leggi tutto
«Vi vedo un po’ inquieti, forse non capite di che cosa ha bisogno l’Amazzonia… Noi abbiamo una nostra visione, questo ci avvicina a Dio, la natura ci avvicina a poter contemplare di più il volto di Dio, a contemplare l’armonia con tutti gli esseri viventi. Mi sembra che non vi tornino i conti, vi vedo preoccupati, dubbiosi di fronte a questa realtà che noi cerchiamo. Non indurite il vostro cuore». Tra le tante parole ascoltate in queste settimane intorno all'Amazzonia è l'appello pronunciato da Delio Siticonatzi Camaiteri - indio cattolico peruviano, membro del popolo Ashaninca, una delle 390 etnie indigene della grande foresta che i... leggi tutto
Dal 6 al 27 ottobre 2019 si celebra a Roma l’Assemblea speciale del Sinodo sull’Amazzonia, convocata da papa Francesco sul tema “Amazzonia: nuovi cammini per la Chiesa e per un’ecologia integrale”. Più di 170 popoli indigeni hanno partecipato al processo di ascolto sinodale; tra questi evidenziamo i Wapichana e Macuxi dello Stato di Roraima, Brasile; Yekuana e Yanomami dello Stato di Bolívar, Venezuela; Tuyuka, Tukano e Tikuna dell’Alto Solimões, Stato di Amazonas, Brasil; Aweti, Kalapalo, Kamaiurá, Kuikuro dello Xingu, nello Stato del Mato Grosso, Brasile; Gamela dello Stato del Maranhão, Brasile; Wampi dell’A... leggi tutto
In questo tempo rarefatto, dove l’afa e la calura sollecitano a lasciare l’asfalto rovente delle città per raggiungere luoghi dove la natura offre ancora un po’ di ristoro, il pensiero corre ai popoli che con la natura crescono ancora in simbiosi. Lontani dal ticchettio delle società industriali e post-industriali, non hanno bisogno del refrigerio illusorio dei condizionatori, che rinfrescano “dentro” ma sputano più caldo “fuori”. La saggezza dei popoli “originari” tramanda da generazioni che soltanto gli alberi trasformano i raggi del sole in energia fresca e pulita. Sono popoli che vivono altri ritmi: da ... leggi tutto

CHI SIAMO

Il Centro di Comunicazione Combonifem è un stato costituito a Verona dalle Suore missionarie comboniane nel 2008.

Attraverso una rivista, un sito web e social media correlati promuove la dignità di ogni persona nel rispetto delle differenze di genere, di cultura e di religione, per far crescere società inclusive attente al bene comune.

Il nome stesso, “Comboni-fem”, esprime il valore della prospettiva femminile nella comunicazione ...

 

Leggi Tutto

Instagram

FACEBOOK POST

YOU TUBE

All for Joomla All for Webmasters
Utilizziamo i cookies per facilitare una migliore esperienza sul nostro sito. Se continui la navigazione riteniamo confermato il tuo assenso. Clicca qui per sapere di più sulla policy.