Dopo molta attesa è successo tutto in un giorno abbastanza anonimo, a metà settimana, nel mese di ottobre. Una mattina finalmente i laboratori a Riace sono stati aperti. Gli operatori si son messi a spazzare davanti alle porte, i vetri sono stati lavati, tolta la polvere accumulata in un anno di inattività, sistemati nuovamente gli oggetti di artigianato che costituivano il “patrimonio” di queste botteghe uscite da un presepe vivente. Con timidezza si sono compiuti gesti normali, tanta era stata l’irruenza, la violenza usata per chiudere le botteghe e fermare un progetto di accoglienza e interazione con i migranti. Nell’aria era rimasta la paura d... leggi tutto
La nave Sea Watch 3, con il suo carico di 47 migranti esausti, è giunta questa mattina al porto di Catania. Ma non poteva attraccare subito nel molto più vicino porto di Siracusa? Comunque la penosa odissea è finita e rimane da apprezzare il gesto della popolazione e degli albergatori di quella città. Oltre agli striscioni «Fateli scendere» che ornavano finestre e terrazze, Giuseppe Rosano, presidente dell’associazione Noi Albergatori Siracusa aveva indirizzato una lettera alle autorità: «Si assumerà oneri e costi per avviare i 47 migranti all’apprendimento della lingua italiana, di assicurare ai minori non accompagnati... leggi tutto
Possono sottoscrivere la richiesta, che sarà inoltrata al Comitato per l’assegnazione dei premi Nobel: - i singoli cittadini, tramite il link - le associazioni, tramite il link - i docenti universitari (anche in pensione) devono utilizzare il link - i parlamentari o ex parlamentari devono utilizzare il link LA RICHIESTA DEVE ESSERE SOTTOSCRITTA E INVIATA ENTRO IL 30 GENNAIO 2019 È importante che tutti coloro che condividono l’iniziativa estendano il messaggio alla loro rete di contatti. Di seguito il testo dell’appello diffuso dalla rete di associazioni proponenti. NOBEL PER LA PACE A RIACE Siamo una rete di organizzazioni della società civile,... leggi tutto
Il Decreto, recentemente approvato «prevede per i migranti l’abolizione della protezione umanitaria, il raddoppio dei tempi di trattenimento nei Centri per il Rimpatrio (CPR), lo smantellamento dei centri SPRAR (Sistema per i richiedenti asilo e rifugiati) affidati ai Comuni (un’esperienza ammirata a livello internazionale, per non parlare di Riace), la soppressione dell’iscrizione anagrafica con pesanti e concrete conseguenze, l’esclusione all’iscrizione del servizio sanitario nazionale e la revoca di cittadinanza per reati gravi. Ricordiamo che come missionari• Siamo impegnati anzitutto nei paesi di provenienza dei migranti a sostenere tutta una se... leggi tutto
«La trasformazione positiva del mondo scaturisce dall’utopia: una società che non ha utopia è destinata a morire». Con queste parole Riccardo Petrella spiega il conferimento della Laurea honoris causa in Utopia a Domenico Lucano. Sabato 27 ottobre 2018, nel Monastero di Sezano presso Verona, l’Università del Bene Comune premia chi ha avuto l’audacia di sognare, far sognare e realizzare il proprio sogno insieme alla sua comunità. Il sindaco di Riace, attualmente sospeso, ha trasformato un’utopia in realtà. Molto provato dalle vicissitudini giudiziarie delle scorse settimane, Domenico Lucano non potrà presenziare a... leggi tutto
L’anno 2017 sarà ricordato dalle tante persone, associazioni, cooperative ecc che hanno potuto conoscere in questi anni l’esperienza di Riace anche come un anno di passaggio importante per la possibile continuità del progetto di accoglienza. Un progetto nato nel 2001 quando ancora non si chiamava Sprar, ma Pna (Piano Nazionale Asilo). In questi sedici anni Riace ha saputo uscire dall’ isolamento storico di un territorio particolare come la Locride e imporsi sul piano nazionale e ultimamente internazionale diventando un vero punto di riferimento sull’accoglienza migranti. La formula adottata è stata semplice e geniale allo stesso tempo: trasformare... leggi tutto
Sono 5.627 i comuni italiani che hanno meno di 5.000 abitanti. Di questi, secondo una stima di Legambiente e Anci, quasi 2.430 soffrono di un forte disagio demografico ed economico: i giovani se ne vanno, gli anziani rimangono soli e le case abbandonate. Alcuni di questi comuni hanno trovato un modo per fare bene a loro stessi e al prossimo: hanno deciso di aprire le porte ad un modello che mira a dare ospitalità a donne, uomini e bimbi migranti. Non parliamo solo del modello Riace, tornato in auge nelle pagine di cronaca per la accuse al sindaco. Parliamo anche di paesini come Montesilvano, in provincia di Pescara. Le lodi al sindaco Maragno arrivano dalla stampa straniera, France ... leggi tutto
Ci preme sostare sul caso Riace, perché aiuta a riflettere sul rapporto fra “leggi” e “giustizia”. Gli arresti domiciliari chiesti dalla procura di Locri per il sindaco di Riace, Domenico Lucano, erano davvero necessari? Non era più auspicabile un provvedimento di altro tipo? Le accuse di malversazione, truffa ai danni dello Stato e concussione, sono già state smantellate dal giudice per l’indagine preliminare, il gip di Locri: «Nessuno ha intascato un centesimo». Sulle contestazioni di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina e fraudolento affidamento diretto del servizio di raccolta dei rifiuti, proprio oggi Lucano, sos... leggi tutto

CHI SIAMO

Il Centro di Comunicazione Combonifem è un stato costituito a Verona dalle Suore missionarie comboniane nel 2008.

Attraverso una rivista, un sito web e social media correlati promuove la dignità di ogni persona nel rispetto delle differenze di genere, di cultura e di religione, per far crescere società inclusive attente al bene comune.

Il nome stesso, “Comboni-fem”, esprime il valore della prospettiva femminile nella comunicazione ...

 

Leggi Tutto

Instagram

FACEBOOK POST

YOU TUBE

All for Joomla All for Webmasters
Utilizziamo i cookies per facilitare una migliore esperienza sul nostro sito. Se continui la navigazione riteniamo confermato il tuo assenso. Clicca qui per sapere di più sulla policy.