Giovedì, 05 Marzo 2020 17:43

In difesa di ogni donna

In difesa delle donne, ancora discriminate in ogni parte del mondo, Combonifem ha preso e prende posizione. Da sempre.

Anche a difesa di quelle, spesso costrette a lavorare senza limiti di orario. E non si tratta del servizio di cura “in famiglia”, che da sempre grava a ogni ora del giorno e della notte, seppur con sostanziali differenze nelle diverse parti del mondo, su chi se ne fa carico, ovvero le donne, ma di quello retribuito come lavoro “esterno”. Anche nella vita religiosa.

Per questo la scorsa settimana la sorpresa è stata grande per l’arrivo in redazione della lettera di un’affezionata lettrice che esprimeva vivo rammarico e indignazione verso le Suore missionarie comboniane: sulle pagine di Combonifem difendono la dignità delle donne mentre costringono a lavori massacranti e sottopagati le loro giovani suore.

La lettera richiamava un articolo pubblicato su un sito giornalistico il 17 febbraio 2020, “Io e le altre sorelle: 16 ore senza pause”. Il sommario precisava che si trattava del racconto di una suora comboniana. L’articolo era evidentemente impreciso e fuorviante: in nessuna casa del clero a Roma le Suore missionarie comboniane prestano servizio e neppure hanno religiose originarie della Costa d’Avorio.

Immediatamente le referenti avevano chiesto rettifica, come previsto dal codice deontologico della professione giornalistica, ma la testata si è limitata a rimuovere l’articolo dal proprio sito senza correggerne il contenuto. Per chi lo ha già letto non c’è possibilità di vederne una versione riveduta e corretta.

Le accuse contro l’istituto missionario hanno generato grande malessere in chi da anni segue con interesse e spirito di collaborazione il suo operato, sia in Italia che all’estero.

Allora oggi parliamo anche in difesa delle Suore missionarie comboniane, donne screditate da chi, con superficialità, diffonde informazioni calunniose... e neppure provvede a correggerle.

CHI SIAMO

Il Centro di Comunicazione Combonifem è un stato costituito a Verona dalle Suore missionarie comboniane nel 2008.

Attraverso una rivista, un sito web e social media correlati promuove la dignità di ogni persona nel rispetto delle differenze di genere, di cultura e di religione, per far crescere società inclusive attente al bene comune.

Il nome stesso, “Comboni-fem”, esprime il valore della prospettiva femminile nella comunicazione ...

 

Leggi Tutto

Instagram

FACEBOOK POST

YOU TUBE

All for Joomla All for Webmasters
Utilizziamo i cookies per facilitare una migliore esperienza sul nostro sito. Se continui la navigazione riteniamo confermato il tuo assenso. Clicca qui per sapere di più sulla policy.