Giovedì, 11 Marzo 2021 14:24

Natura e umanità: cura reciproca con tocco di grazia

Il risveglio della natura sboccia qua e là, nonostante le ondate di freddo e le piogge torrenziali.

Marzo “pazzerello” è un adagio della tradizione popolare che non si applica più al presente: da molti anni il meteo è “pazzerello” anche in altri mesi dell’anno, sintomo di una “natura” sempre più sofferente.

Comportamenti umani, sia irresponsabili che inconsapevoli, hanno indotto squilibri ambientali molto pericolosi le cui conseguenze, alla fine, ricadono in modo pesante sulla stessa umanità; soprattutto, e anche ben prima del covid-19, su quella maggiormente vulnerabile.

La creazione ha bisogno di cura, e il primo passo è diventarne consapevoli; il secondo è assumere la responsabilità di curarla.

Crescere in consapevolezza, con uno sguardo che sia allo stesso tempo locale e globale, è uno degli obiettivi del “Programma di formazione per Animatori Laudato si'” offerto gratuitamente dal Movimento cattolico globale per il clima: aiuta a comprendere le cause e le conseguenze del cambiamento climatico, vedere esempi di conversione ecologica in Italia e nel mondo, attivarsi per coinvolgere la propria comunità e realizzare insieme azioni di cura del creato.

«Peggio di questa crisi c’è solo il dramma di sprecarla», ha detto papa Francesco il 31 maggio 2020. Nell’Anno speciale Laudato si’, che si conclude il 24 maggio 2021, il corso “Va’ e ripara la nostra casa” costituisce un cammino di fede che invita alla continua conversione ecologica, personale e comunitaria.

Si svolge dal 13 aprile al 4 maggio 2021, con un incontro settimanale per quattro settimane. L’iscrizione, gratuita, è aperta fino al 9 aprile 2021.

Il tempo della pandemia, che a ondate riprende la sua corsa e continua a travolgere l’umana esistenza, è anche tempo di prendere coscienza che curare la “natura” e il modo migliore, e forse anche il meno costoso, di curare l’umanità.

CHI SIAMO

Il Centro di Comunicazione Combonifem è un stato costituito a Verona dalle Suore missionarie comboniane nel 2008.

Attraverso una rivista, un sito web e social media correlati promuove la dignità di ogni persona nel rispetto delle differenze di genere, di cultura e di religione, per far crescere società inclusive attente al bene comune.

Il nome stesso, “Comboni-fem”, esprime il valore della prospettiva femminile nella comunicazione ...

 

Leggi Tutto

Instagram

FACEBOOK POST

YOU TUBE

All for Joomla All for Webmasters
Utilizziamo i cookies per facilitare una migliore esperienza sul nostro sito. Se continui la navigazione riteniamo confermato il tuo assenso. Clicca qui per sapere di più sulla policy.