Giovedì, 12 Aprile 2018 14:37

Le donne curano la Terra

Il 12 aprile ricorre la Giornata mondiale dell'uomo nello Spazio, in ricordo dell’impresa di Yuri Gagarin, ma il nostro invito è anzitutto a guardare all’impegno della donna sulla Terra, “casa comune”, pianeta fragile, di cui è urgente prendersi cura.

E dalla fine del 2017 le donne hanno una opportunità in più per farlo.

La Conferenza delle Parti sul cambiamento climatico, svoltasi a Parigi nel 2015 e nota come Cop21, aveva previsto anche “misure di adattamento” nei Paesi più vulnerabili: una strategia importante per prevenire che milioni di persone siano costrette a emigrare per sopravvivere.

In Africa e Sud-Est asiatico, aree che maggiormente risentono dell’impatto del cambiamento climatico sugli ecosistemi, le donne sono la maggioranza di coloro che provvedono acqua, camminando anche per chilometri, e procurano cibo, coltivando e raccogliendo i frutti della Terra.

La loro importanza è stata riconosciuta dalla Cop23, svoltasi a Bonn dal 6 al 17 novembre 2017, che ha approvato il Piano d’Azione per l’inclusione di Genere. Volto a garantire la presenza delle donne nella Convenzione Onu sul cambiamento climatico (Unfccc) e nei tavoli di lavoro che a livello locale, nei vari Paesi che hanno sottoscritto l’Accordo di Parigi, propongono e gestiscono i piani di adattamento, il “Gap” (Gender Action Plan) è operativo.

«Finalmente è stato riconosciuto il ruolo delle donne nella gestione dei territori più fragili ed è importante che loro abbiamo voce in capitolo nella gestione dei piani volti a fronteggiare i cambiamenti climatici», precisa Marirosa Iannelli, specializzata in cooperazione internazionale e gestione idrica.

La ricercatrice presso la London School of Economics, che con Emanuele Bompan ha di recente pubblicato “Water grabbing. Le guerre nascoste per l'acqua nel XXI secolo”, confida a Combonifem la sua soddisfazione: «nel 2018 vedremo certamente qualche frutto».

Il “pianeta blu” non ha ancora perso il suo colore, ma tanti laghi stanno già scomparendo.
E mentre c’è chi esplora lo Spazio in cerca di altri pianeti abitabili, le donne curano la Terra.

CHI SIAMO

Il Centro di Comunicazione Combonifem è un stato costituito a Verona dalle Suore missionarie comboniane nel 2008.

Attraverso una rivista, un sito web e social media correlati promuove la dignità di ogni persona nel rispetto delle differenze di genere, di cultura e di religione, per far crescere società inclusive attente al bene comune.

Il nome stesso, “Comboni-fem”, esprime il valore della prospettiva femminile nella comunicazione ...

 

Leggi Tutto

Instagram

FACEBOOK POST

YOU TUBE

All for Joomla All for Webmasters
Utilizziamo i cookies per facilitare una migliore esperienza sul nostro sito. Se continui la navigazione riteniamo confermato il tuo assenso. Clicca qui per sapere di più sulla policy.