Il risveglio della natura sboccia qua e là, nonostante le ondate di freddo e le piogge torrenziali. Marzo “pazzerello” è un adagio della tradizione popolare che non si applica più al presente: da molti anni il meteo è “pazzerello” anche in altri mesi dell’anno, sintomo di una “natura” sempre più sofferente. Comportamenti umani, sia irresponsabili che inconsapevoli, hanno indotto squilibri ambientali molto pericolosi le cui conseguenze, alla fine, ricadono in modo pesante sulla stessa umanità; soprattutto, e anche ben prima del covid-19, su quella maggiormente vulnerabile. La creazione ha bisogno di cura, e... leggi tutto
Dal 1° settembre al 4 ottobre viviamo il “Tempo del Creato”, periodo di più intensa orazione e azione a beneficio della nostra casa comune, la Terra, e continuiamo a raccogliere esperienze di conversione ecologica che crescono nei Circoli Laudato si’. Il tema di questo tempo ecumenico è “Giubileo per la Terra”. In modi impensabili fino a poco tempo fa, da varie parti del mondo i percorsi di “ecologia integrale” fanno confluire l’umanità in impegni condivisi sempre più ambientali e sociali.Fabrizio vive a Piossasco, in Piemonte, vicino a Torino: la sua storia di conversione ecologica ha origine negli studi e nell... leggi tutto
Ogni società prospera soltanto se riesce a valorizzare le sue risorse, umane e naturali, in una reciprocità di cura fra “natura” e “cultura”. Questa è l’economia “dei popoli”, non quella dei maghi della finanza, e di essa ci dobbiamo riappropriare. Ridare l’anima 
all’economiaAnche la Chiesa cattolica comincia a darle più attenzione e dal 26 al 28 marzo 2020 convoca ad Assisi un incontro sulla Economy of Francesco. La sede prescelta è la patria del “poverello” autore del Cantico delle creature. Da tutto il mondo arriveranno coloro che studiano e osano sperimentare un’economia diversa... leggi tutto
Io appartengo ai Kitu Kara, uno dei 18 popoli e 14 nazioni che esistono in Ecuador da molto prima dell’arrivo degli spagnoli: un popolo millenario, con insediamenti umani diffusi su una vasta zona, con centro a Quito. Noi indigeni non pensiamo come individui, esistiamo insieme e rivendichiamo il diritto “ad avere radici” e “a parlare con la nostra voce”. Per questo nell’Ecuador è sorta Miredes – Internacional, una rete di migranti, rifugiati e sfollati che parla con la propria voce.Per il mio popolo i ritmi della natura sono importanti; per questo molti di noi indigeni ci opponiamo da sempre allo sfruttamento rapace della natura. Io, insieme a... leggi tutto
La ricorrenza, instituita 3 anni fa da papa Francesco, gode quest’anno di una eco importante. A fianco del pontefice, per sensibilizzare alla cura della nostra “casa comune”, c’è il patriarca di Costantinopoli Bartolomeo I, oltre al Consiglio mondiale delle Chiese, la Comunione anglicana e altre comunità cristiane. Tante voci all’unisono che invitano a dare ascolto al grido della Terra e ai bisogni di chi è messo ai margini. A vivere la natura come un dono condiviso, invece di considerarla un possesso privato. «Non ci rapportiamo più con la natura per sostenerla - recita il testo diffuso dai due pontefici - spadroneggiamo piutt... leggi tutto

CHI SIAMO

Il Centro di Comunicazione Combonifem è un stato costituito a Verona dalle Suore missionarie comboniane nel 2008.

Attraverso una rivista, un sito web e social media correlati promuove la dignità di ogni persona nel rispetto delle differenze di genere, di cultura e di religione, per far crescere società inclusive attente al bene comune.

Il nome stesso, “Comboni-fem”, esprime il valore della prospettiva femminile nella comunicazione ...

 

Leggi Tutto

Instagram

YOUTUBE

All for Joomla All for Webmasters
Utilizziamo i cookies per facilitare una migliore esperienza sul nostro sito. Se continui la navigazione riteniamo confermato il tuo assenso. Clicca qui per sapere di più sulla policy.