«In questo momento difficile, in un'Europa guidata dalle donne, si guarda all'Italia e si vede che le donne non lavorano. Ecco, vorrei dire che bisogna stringere i denti, faticare e darsi da fare. Le donne devono contribuire alla grande rinascita nostro paese, ci credo, sento che sta per avvenire. Non vi fermate, correte, andate incontro al futuro senza farvi togliere il fiato, il cuore, la dignità. Come ha detto Papa Francesco, dobbiamo osare: non vi arrendete, facciamo rumore. Fate rumore». A pronunciare queste parole è Barbara Palombelli, lo scorso venerdì sul palco dell’Ariston, in un monologo che ha ripercorso la sua vita e ha parlato alle donne s... leggi tutto
Sono d’accordo con Giordana Masotto quando dice che le donne non hanno le risposte alle contraddizioni in cui si dibatte l’umanità, ma sanno mettersi in condizioni di trovarle e di contrattare per la loro realizzazione. Le donne infatti si muovono stando incollate alla realtà: la loro politica fa perno su un pensare e un agire contestuale. E ha modificato negli anni i rapporti con gli uomini, rendendoli più liberi. Dunque le donne ci sono. E aggiungo che durante la pandemia l’autorità delle donne è circolata, si è mostrata a tutto il paese. Basta considerare quello che è successo in questa occasione: a Codogno è stat... leggi tutto
Questa è la settimana cha papa Francesco ha dedicato alla sua enciclica. Nella Settimana Laudato si’, il pontefice insieme a tante altre persone credenti e non, sono uniti in preghiera per arginare lo sfruttamento che l’avidità umana sta perpetuando sulla nostra “casa comune”. L’obiettivo è sensibilizzare i governi del mondo a “sfruttare” questa pausa che la pandemia ci ha imposto per arginare un altro tipo di “pandemia”: quella che sta mettendo in ginocchio l’ecosistema terreste. Di fronte alle grandi sfide che l'economia globale si trova ad affrontare a causa del Covid, anche altri gruppi sociali si stanno ... leggi tutto
L’Unione Europea può attendersi qualcosa di buono per il 2020?L’attuale panorama europeo rivela alcuni elementi incoraggianti.Il primo è l’esito delle elezioni del 26 maggio 2019 per l’elezione dei settecento europarlamentari dell’Unione. Queste elezioni erano considerate una scadenza fondamentale, sia per chi credeva nel rafforzamento dell’Ue sia per chi auspicava una riduzione, quando non addirittura una demolizione, della costruzione stessa dell’Unione, inclusa la sua moneta unica.Di fronte a questa contrapposizione che ha pervaso la campagna elettorale, la risposta data dall’elettorato è stata molto chiara: per l’... leggi tutto
L’11 dicembre 2019 Marta Cartabia è stata eletta all’unanimità presidente della Corte costituzionale italiana ed è la prima donna ad assumere tale incarico. Ne è stata vicepresidente dal 12 novembre 2014, e ne era stata giovane nomina, a 48 anni, nel 2011. Sposata con tre figli, Cartabia ritiene che «questo duplice aspetto della mia vita mi aiuti a mantenere un pizzico di equilibrio», ovvero, il suo alto profilo internazionale non penalizza altre dimensioni della sua umana esistenza. Nel suo discorso ha richiamato l’attenzione su un grave pericolo per la democrazia, la disinformazione dilagante, e sulle discriminazioni di età... leggi tutto
Le innovazioni del Trattato di Lisbona hanno creato l’illusione che il voto a maggioranza all’interno del Consiglio e l’obbligo di tener conto dei risultati delle elezioni per designare il candidato alla presidenza della Commissione fossero sufficienti da soli per creare una democrazia sovranazionale fondata sull’alternanza e su partiti veramente europei. È bastata la mancata approvazione delle liste transnazionali, che di quella procedura sarebbero state il logico complemento, per far saltare quell’illusione.Già in campagna elettorale, infatti, si sapeva che i partiti pro-europei sarebbero stati condannati ad allearsi e che la vera sfida non era t... leggi tutto

CHI SIAMO

Il Centro di Comunicazione Combonifem è un stato costituito a Verona dalle Suore missionarie comboniane nel 2008.

Attraverso una rivista, un sito web e social media correlati promuove la dignità di ogni persona nel rispetto delle differenze di genere, di cultura e di religione, per far crescere società inclusive attente al bene comune.

Il nome stesso, “Comboni-fem”, esprime il valore della prospettiva femminile nella comunicazione ...

 

Leggi Tutto

Instagram

YOUTUBE

All for Joomla All for Webmasters
Utilizziamo i cookies per facilitare una migliore esperienza sul nostro sito. Se continui la navigazione riteniamo confermato il tuo assenso. Clicca qui per sapere di più sulla policy.