Il 2021 per le donne: speranza e rumore Ángel López | Unslpash
Sabato, 06 Marzo 2021 14:44

Il 2021 per le donne: speranza e rumore

«In questo momento difficile, in un'Europa guidata dalle donne, si guarda all'Italia e si vede che le donne non lavorano. Ecco, vorrei dire che bisogna stringere i denti, faticare e darsi da fare. Le donne devono contribuire alla grande rinascita nostro paese, ci credo, sento che sta per avvenire. Non vi fermate, correte, andate incontro al futuro senza farvi togliere il fiato, il cuore, la dignità. Come ha detto Papa Francesco, dobbiamo osare: non vi arrendete, facciamo rumore. Fate rumore».

A pronunciare queste parole è Barbara Palombelli, lo scorso venerdì sul palco dell’Ariston, in un monologo che ha ripercorso la sua vita e ha parlato alle donne sottolineando il dovere di farsi sentire, ma anche la speranza di un cambiamento che avverrà. Nel quale crediamo ancora anche noi, perché nelle sue parole rivediamo le nostre.

Nella sua speranza per un’Europa che rinasce riscontriamo la stessa di Ursula von der Leyen che al Parlamento europeo, qualche giorno fa, ha spiegato: «Vorrei che il 2021 fosse foriero di buone notizie per tutte le donne europee, in modo che siano al centro di tutte le nostre politiche – e ha aggiunto che l'esecutivo comunitario proporrà nel corso di quest'anno una nuova legislazione per contrastare la violenza contro le donne -. Le donne devono essere al centro della ripresa economica e questo è un requisito nazionale di tutti i piani di ripresa. Next Generation Eu deve investire sia per le donne sia per gli uomini e per tutti gli europei».

Se il 2021 sarà davvero l’anno delle “donne al centro” lo scopriremo giorno dopo giorno. Vero è che pian piano l'Europa sta cambiando: sono cinque i paesi Ue guidati da donne e anche nella Commissione europea è stato raggiunto un equilibrio di genere. Ma nessun progresso è frutto di silenzio e resa, bensì di tenacia e perseveranza. E in fin dei conti, anche di rumore.

Perché sono alte e forti le voci che in questo tempo chiedono e propongono affinché un cambiamento avvenga, eppure spesso rimangono inascoltate. Combonifem cerca quotidianamente di amplificare queste voci, in questo giorno di importanza internazionale vogliamo sottolineare un modo originale di celebrare la Giornata della donna: quello pensato dall'Unione mondiale delle organizzazioni femminili cattoliche che il 3 marzo ha promosso un webinar su Le donne leggono Fratelli tutti. L'incontro online è stato un confronto a più voci e da diverse prospettive – tutte al femminile - sull'enciclica di Papa Francesco che invita tutta l'umanità a riconoscersi una sola famiglia in cui vivere la fratellanza – e la sorellanza – universale.

Di consapevolezza e di opportunità parla anche il primo podcast di Amref Io sono una voce. La prima traccia esce oggi e l’obiettivo del progetto è dare voce alle donne dell’Africa, abbattendo generalizzazioni, pregiudizi, e incoraggiando l’approfondimento e la cultura sul continente. Il tema della puntata di oggi sarà l’empowerment femminile e si potrà ascoltare sulle principali piattaforme streaming, tra cui Spotify e Apple Podcast e sul sito di Amref - Italia.

Noi siamo pronte ad ascoltare, e voi?

Last modified on Sabato, 06 Marzo 2021 15:05

CHI SIAMO

Il Centro di Comunicazione Combonifem è un stato costituito a Verona dalle Suore missionarie comboniane nel 2008.

Attraverso una rivista, un sito web e social media correlati promuove la dignità di ogni persona nel rispetto delle differenze di genere, di cultura e di religione, per far crescere società inclusive attente al bene comune.

Il nome stesso, “Comboni-fem”, esprime il valore della prospettiva femminile nella comunicazione ...

 

Leggi Tutto

Instagram

FACEBOOK POST

YOU TUBE

All for Joomla All for Webmasters
Utilizziamo i cookies per facilitare una migliore esperienza sul nostro sito. Se continui la navigazione riteniamo confermato il tuo assenso. Clicca qui per sapere di più sulla policy.