Nel periodo maggio 2018-febbraio 2019 è progressivamente crollato il rilascio di nuovi permessi di soggiorno per motivi umanitari. Le Commissioni territoriali hanno cominciato a ridurne la concessione già a fine estate, in conseguenza di una direttiva del ministero dell’Interno che sul punto anticipava il decreto Salvini: le Commissioni erano invitate a concedere tali permessi solo in casi molto particolari.Da maggio ad agosto 2018, in linea con i mesi precedenti, circa un quarto dei richiedenti asilo avevano ottenuto un permesso di protezione umanitaria, mentre a partire da settembre 2018 la percentuale ha cominciato a ridursi decisamente: 17% in settembre, 12% in ottobr... leggi tutto
Ramy, il tredicenne che insieme a due compagni di scuola ha avuto il coraggio di chiamare i carabinieri dall'interno dell'autobus dirottato a Crema, è diventato un eroe suo malgrado. Per questo il Viminale si è dichiarato pronto ad accelerare l'iter per riconoscergli la cittadinanza per meriti speciali: un premio più prezioso, più atteso e sospirato di qualsiasi medaglia. Ramy, infatti, pur essendo nato nel nostro paese, pur crescendo e vivendo nel cuore della Pianura Padana, non ha la cittadinanza italiana poiché i suoi genitori sono stranieri. Potrà farne richiesta solo se fino al suo diciottesimo compleanno risiederà continuativamente in ... leggi tutto
Gli insulti che volano fra i “rappresentati” dei popoli europei sanno di amaro. Che il primo ministro italiano, Giuseppe Conte, svolga il ruolo di “grande mediatore” fra i due vice-premier che controllano le scelte del governo, Luigi Di Maio e Matteo Salvini, è ben noto a chi, in Italia, segue con interesse le vicende politiche. Ma l’appellativo di “burattino” lanciatogli dal belga Guy Verhostadt, leader dei liberali del Parlamento europeo, non riconosce la sua persistente fatica di “mediatore”: «Ce l’avevano con Di Maio e Salvini. Ma sono io ad averci messo la faccia, a fare da parafulmine». Anche l’inve... leggi tutto
Il decreto 113/2018 è legge dal 3 dicembre 2018 ed esprime un punto di vista che riassumo in due punti: nascere fuori dall’Italia è una colpa insanabile e diventare cittadini italiani è pressoché impossibile.Ne deriva che la Convenzione di Ginevra, firmata dal nostro Paese nel 1954, viene disattesa perché questa legge rende particolarmente difficile l’acquisizione della cittadinanza italiana anche a un richiedente asilo: chi può esibire tutti i requisiti dovrà comunque attendere altri quattro anni per ottenere una risposta. Forse lo Stato la risposta non vuole darla? Cittadinanza a rischioE questa cittadinanza, tanto preziosa, dec... leggi tutto
Prendiamoci cinque minuti per guardare il video “Ehi, lo sai che (non) sei italiano?”. Ecco i visi e le espressioni di Viola, Jibril, Ryan, Shantal, Jason che di straniero in effetti hanno solo il nome. Ascoltiamo le loro parole, gli accenti e le inflessioni colorate e rese più vivaci da parlate locali. Sono bambini come altri mille, come quelli che ogni giorno imparano, giocano e vivono insieme nelle nostre scuole, nelle strade e nei quartieri delle città grandi e dei piccoli centri. Un mosaico di infanzie che è di casa da tempo, ma che una legge del 1992 trattiene nella terra incerta della non cittadinanza fino alla maggiore età. Italiani in attes... leggi tutto

CHI SIAMO

Il Centro di Comunicazione Combonifem è un stato costituito a Verona dalle Suore missionarie comboniane nel 2008.

Attraverso una rivista, un sito web e social media correlati promuove la dignità di ogni persona nel rispetto delle differenze di genere, di cultura e di religione, per far crescere società inclusive attente al bene comune.

Il nome stesso, “Comboni-fem”, esprime il valore della prospettiva femminile nella comunicazione ...

 

Leggi Tutto

FACEBOOK POST

YOU TUBE

All for Joomla All for Webmasters
Utilizziamo i cookies per facilitare una migliore esperienza sul nostro sito. Se continui la navigazione riteniamo confermato il tuo assenso. Clicca qui per sapere di più sulla policy.