Martedì, 23 Gennaio 2018 12:47

L’ascolto umile di Francesco

Condividiamo le sensazioni suscitate dalla visita di papa Francesco ai popoli dell'Amazzonia. La testimonianza di una sorella comboniana in Perù.

Sono Silvia Sartori, missionaria comboniana in Perú.

Il 19 gennaio Madre di Dio di Puerto Maldonado ha ospitato l’incontro di papa Francesco con i popoli provenienti da moltissime zone della foresta amazzonica, anche del Brasile e della Bolivia.

Lí dove si consuma quotidianamente il flagello della distruzione della foresta, dei suoi popoli e delle sue culture; lí dove l’estrazione legale e illegale dei minerali contamina terra e acqua, e alimenta un fenomeno terribile: la tratta di esseri umani, le cui vittime sono soprattutto bambini, bambine e adolescenti; lí dove non vanno i turisti europei, terra di cui non si parla nei media peruviani, proprio lí papa Francesco ha voluto iniziare la sua visita in Perú.

Il Papa stava zitto, attento e commosso, in profondo ascolto. Si è fatto umile e piccolo di fronte ai popoli dell’Amazzonia, “povero e docile”, come chiede l’enciclica Evangelii Gaudium (n.187): «Uniti a Dio, ascoltiamo il clamore... in docilitá e povertá per ascoltare il grido dei poveri e soccorrerli».
Ascoltare i canti e le testimonianze di queste popolazioni, contemplare le loro danze cariche di simbologia, é stato per noi come ascoltare un grido, che é stato portato in tutto il mondo grazie a Francesco.

Mi ha colpito molto il modo di ascoltare del Papa: con rispetto, in silenzio, alla pari, consapevole che anche lui é in cammino per comprendere il messaggio dei popoli amazzonici. Si è fermato ad accarezzare una ferita che sanguina. Lo ha fatto con delicatezza e rispetto.

Il suo ascolto genera la speranza di nuovi cammini possibili, che forse si potranno già delineare con l’inaugurazione del Sinodo dell’Amazzonia.

Last modified on Martedì, 23 Gennaio 2018 13:04

CHI SIAMO

Il Centro di Comunicazione Combonifem è un stato costituito a Verona dalle Suore missionarie comboniane nel 2008.

Attraverso una rivista, un sito web e social media correlati promuove la dignità di ogni persona nel rispetto delle differenze di genere, di cultura e di religione, per far crescere società inclusive attente al bene comune.

Il nome stesso, “Comboni-fem”, esprime il valore della prospettiva femminile nella comunicazione ...

 

Leggi Tutto

Instagram

FACEBOOK POST

YOU TUBE

All for Joomla All for Webmasters
Utilizziamo i cookies per facilitare una migliore esperienza sul nostro sito. Se continui la navigazione riteniamo confermato il tuo assenso. Clicca qui per sapere di più sulla policy.