Giovedì, 17 Dicembre 2020 14:50

"Italienza" sì, ma non stile Codacons

Sabato 12 dicembre il Coordinamento delle Associazioni per la difesa dell’ambiente e la tutela dei diritti di utenti e consumatori, noto come Codacons, ha presentato il suo calendario 2021 per “onorare” la resilienza dell’Italia nella pandemia: lo ha chiamato “Italienza” e lo ha costellato di donne.

È vero che sono le donne a provvedere il 70% del lavoro nella sanità; sono loro che, durante il lockdown, hanno contribuito in modo eccelso anche in altri ambiti “vitali”: l’assistenza nelle RSA, il lavoro nella didattica a distanza, alle casse dei supermercati e nella sanificazione degli ambienti (solo per menzionarne alcuni). E che dire del sovraccarico di cura che si sono accollate per gestire la famiglia confinata in casa?
Quel calendario, però, non le ha onorate, piuttosto le ha oltraggiate, riducendole a corpi nudi coperti qua e là da una mascherina tricolore.

E le donne non si sono fatte attendere: il 13 dicembre erano già all’opera, con proteste trasversali e una petizione congiunta e mirata, firmata da 60 associazioni, da migliaia di donne e anche da uomini: «Riteniamo che questo calendario sia offensivo non solo per le donne, perché veicola significati sociali stereotipati e concorre al rafforzamento dell’oggettivazione del corpo femminile, vanificando i tanti sforzi per contrastare la violenza di genere, le molestie e il lungo percorso per una reale parità. Se il calendario non sarà ritirato inviteremo donne e uomini a restituire la tessera associativa della Codacons e a non rinnovarla per il 2021».

Oltre a ritirare quel calendario osceno, nel 2021 il Codacons farebbe bene a cambiare mentalità e nome, per diventare un po’ più “inclusivo”: non basta tutelare i diritti dei “consumatori” maschi (brutto nome, perché riduce i cittadini alla categoria del consumo). Tuteli anche i diritti delle donne utenti beni e servizi.

Combonifem ha aderito alla petizione e invita a sottoscriverla e divulgarla: ogni firma è preziosa.

Le donne stanno già elaborando un calendario 2021 che esprima davvero l’Italienza al femminile, e appena sarà disponibile, lo segnaleremo!

CHI SIAMO

Il Centro di Comunicazione Combonifem è un stato costituito a Verona dalle Suore missionarie comboniane nel 2008.

Attraverso una rivista, un sito web e social media correlati promuove la dignità di ogni persona nel rispetto delle differenze di genere, di cultura e di religione, per far crescere società inclusive attente al bene comune.

Il nome stesso, “Comboni-fem”, esprime il valore della prospettiva femminile nella comunicazione ...

 

Leggi Tutto

Instagram

FACEBOOK POST

YOU TUBE

All for Joomla All for Webmasters
Utilizziamo i cookies per facilitare una migliore esperienza sul nostro sito. Se continui la navigazione riteniamo confermato il tuo assenso. Clicca qui per sapere di più sulla policy.