Martedì, 20 Dicembre 2016 23:34

DALL’ULTIMO BANCO

Il Sinodo visto dall’ultimo banco di un’aula in cui i religiosi discutono di famiglia (in modo astratto), senza avere uno sguardo storico, tenendo (ancora una volta) le donne «relegate in ruoli marginali e subordinati, senza mai aprirsi all’ascolto della loro voce nei momenti delle decisioni importanti». È questo ciò che racconta Scaraffia, sottolineando come questa esclusione vada di pari passo con l’esaltazione e continua evocazione del “genio femminile”, e come dimentichi che il cristianesimo è stata «la prima religione che ha dato lo stesso valore spirituale alle donne e agli uomini».
Il “genio femminile”, benché esaltato, deve stare in una posizione secondaria. E poco importa se la storia mette in luce figure come Caterina da Siena, Ildegarda, Teresa d’Avila, o se i Vangeli raccontano il ruolo delle donne e il modo rivoluzionario in cui Gesù entrò in rapporto con loro.
La Chiesa questo protagonismo non lo riconosce, lo scansa. Ma la presenza femminile nella Chiesa continua a esserci e non si potrà far finta di non vederla in eterno.

Lucetta Scaraffia
La Chiesa, le donne, il sinodo
Prefazione di Corrado Augias
Marsilio – 2016
pp. 109 – € 12,50

Last modified on Sabato, 31 Dicembre 2016 08:35

CHI SIAMO

Il Centro di Comunicazione Combonifem è un stato costituito a Verona dalle Suore missionarie comboniane nel 2008.

Attraverso una rivista, un sito web e social media correlati promuove la dignità di ogni persona nel rispetto delle differenze di genere, di cultura e di religione, per far crescere società inclusive attente al bene comune.

Il nome stesso, “Comboni-fem”, esprime il valore della prospettiva femminile nella comunicazione ...

 

Leggi Tutto

Instagram

FACEBOOK POST

YOU TUBE

All for Joomla All for Webmasters
Utilizziamo i cookies per facilitare una migliore esperienza sul nostro sito. Se continui la navigazione riteniamo confermato il tuo assenso. Clicca qui per sapere di più sulla policy.