Mercoledì, 17 Maggio 2017 07:19

L’unione è la sola forza

Nove organizzazioni cattoliche provenienti da tutto il mondo hanno annunciato la decisione di disinvestire i propri portafogli dalle industrie di carbone, petrolio e gas con il più ampio comunicato congiunto cattolico di disinvestimento finora realizzato.

I diversi soggetti che si uniscono nell'annuncio - compresi ordini religiosi e diocesi dal Regno Unito, Stati Uniti e Italia - hanno rilasciato la dichiarazione di disinvestimento in vista dei negoziati internazionali di questo mese sulle misure di attuazione dell'accordo di Parigi sul clima. Combustibili fossili come carbone, petrolio e gas sono la causa principale delle emissioni di gas a effetto serra che stanno cambiando il clima e aggravando la situazione di povertà in cui versano le comunità più povere del mondo.

A livello mondiale, il 2016 è stato l'anno più caldo sinora registrato, un triste record attribuito precedentemente anche al 2015 e il 2014.

La decisione è anche significativa per il numero e la varietà delle istituzioni cattoliche coinvolte, compresi i Gesuiti e i Francescani, che si uniscono ancora una volta per far fronte comune sul disinvestimento. La notizia giunge dopo la conferenza "Laudato Si' e investimenti cattolici" del Gennaio 2017 cui hanno partecipato il cardinale Turkson, Prefetto del Dicastero dello Sviluppo Umano Integrale e l'ex capo negoziatore Onu sul clima Christiana Figueres.

Sette sono le organizzazioni che hanno preso parte al precedente annuncio cattolico di disinvestimento nell'ottobre 2016 e, considerando l'annuncio odierno, sono 27 le istituzioni cattoliche che hanno aderito in totale a questa iniziativa. La volontà di disinvestire è stata espressa il 10 maggio, proprio in prossimità sia del G7 in Sicilia (26 al 27 maggio) dove i leader del mondo si riuniranno per discutere sulle maggiori minacce alla stabilità globale, sia dei Negoziati delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (Unfcc) in cui circa 200 paesi si riuniscono a Bonn (dall’8 al 18 maggio) per i per aggiungere importanti informazioni tecniche al quadro dell'accordo di Parigi.

La dichiarazione invia un potente segnale di slancio e sostegno popolare per un'azione ambiziosa sul cambiamento climatico.

Inoltre la dichiarazione giunge anche nel mezzo della Settimana di Mobilitazione Globale sul Disinvestimento in cui persone da tutto il mondo agiscono per chiedere a città, università, chiese, fondi pensione, musei e altre istituzioni di dimostrare la propria leadership sul clima rompendo i propri legami finanziari con le industrie dei combustibili fossili.

Nel documento integrale è possibile leggere tutte le dichiarazioni sulle decisioni di disinvestimento e i relativi firmatari.

Last modified on Mercoledì, 17 Maggio 2017 07:30

CHI SIAMO

Il Centro di Comunicazione Combonifem è un stato costituito a Verona dalle Suore missionarie comboniane nel 2008.

Attraverso una rivista, un sito web e social media correlati promuove la dignità di ogni persona nel rispetto delle differenze di genere, di cultura e di religione, per far crescere società inclusive attente al bene comune.

Il nome stesso, “Comboni-fem”, esprime il valore della prospettiva femminile nella comunicazione ...

 

Leggi Tutto

Instagram

FACEBOOK POST

YOU TUBE

All for Joomla All for Webmasters
Utilizziamo i cookies per facilitare una migliore esperienza sul nostro sito. Se continui la navigazione riteniamo confermato il tuo assenso. Clicca qui per sapere di più sulla policy.