Con costanza e dedizione Vatican News
Sabato, 01 Maggio 2021 14:39

Con costanza e dedizione

Nel mese di “preghiera universale” per invocare la fine della pandemia e la ripresa delle attività sociali e lavorative, brilla la richiesta di papa Francesco di celebrare la sorellanza e la fratellanza di uomini e donne di religioni diverse, e anche di “nessuna religione, che si sentono parte di un’unica famiglia, quella umana, e si adoperano insieme a salvaguardare la dignità e la salute di ogni persona.

Nella “maratona di preghiera” invocata dal Pontefice, ogni giornata del mese sarà caratterizzata da un’intenzione per le varie categorie maggiormente colpite dal dramma della pandemia. Tra le altre, si pregherà per coloro che non hanno potuto salutare i propri cari, per il personale sanitario, per i poveri, i senza tetto e le persone in difficoltà economica e per tutti i defunti.

Ma una preghiera, dal 16 al 24 maggio, va anche all’impegno dedicato alla tutela del Creato e al contrasto verso ogni forma di sfruttamento del nostro Pianeta.
Il 16 maggio inizia la Settimana Laudato si’: con costanza e dedizione, papa Francesco e tante altre persone, di religioni diverse o di nessuna religione, si uniscono per arginare un altro tipo di “pandemia”, quella scatenata dall’avidità umana che riduce tutto ciò che esiste a “oggetto da sfruttare”.

Noi di Combonifem da tempo cerchiamo di esaltare tutto ciò che esiste condividendo fatti e azioni di chi prima si adoperava affinché questa pandemia potesse essere evitata, e oggi si impegna a ripartire con obiettivo di ridare all’ambiente il proprio spazio.
Ma se agli uomini, e soprattutto alle donne, la pandemia non ha giovato granché, come sta l’ambiente dopo un anno di Covid?

L’84% di tutti i paesi monitorati da Iqair, azienda che si occupa di sistemi filtranti, ha osservato miglioramenti nella qualità dell’aria, in buona parte dovuti – scrive la società – alle politiche restrittive anti Covid-19. Ma non è bastato a ottenere un miglioramento vero: solo 24 dei 106 paesi monitorati hanno rispettato le linee guida annuali dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) per il Pm 2.5.

Francesca Santoro, program specialist dell’Unesco, ha riportato a Wired la sua visione in modo molto chiaro: «Ciò che è stato dimostrato chiaramente è che la natura e il mare hanno recuperato in maniera velocissima, tuttavia l’eredità del 2020 è più simbolica che fattuale. Si è dimostrato che ‘si può fare’, che si può recuperare terreno rapidamente dal punto di vista degli ecosistemi. Insomma, cercando di controllare le nostre attività e di vivere in maniera più sostenibile, gli effetti sull’ambiente ci sono».

Costanza e dedizione crescano allora in ciascuna e ciascuno di noi, perché non è ancora troppo tardi per arginare la “pandemia” socio-ambientale che, in silenzio, uccide molto più del coronavirus.

Last modified on Sabato, 01 Maggio 2021 14:50

CHI SIAMO

Il Centro di Comunicazione Combonifem è un stato costituito a Verona dalle Suore missionarie comboniane nel 2008.

Attraverso una rivista, un sito web e social media correlati promuove la dignità di ogni persona nel rispetto delle differenze di genere, di cultura e di religione, per far crescere società inclusive attente al bene comune.

Il nome stesso, “Comboni-fem”, esprime il valore della prospettiva femminile nella comunicazione ...

 

Leggi Tutto

Instagram

FACEBOOK POST

YOU TUBE

All for Joomla All for Webmasters
Utilizziamo i cookies per facilitare una migliore esperienza sul nostro sito. Se continui la navigazione riteniamo confermato il tuo assenso. Clicca qui per sapere di più sulla policy.