Lunedì, 18 Dicembre 2017 21:03

Cinquant’anni di benedizioni

Aboke, a circa 35 chilometri da Lira, è un Comune del distretto di Apac, nel nord dell’Uganda. Nel 1956 le Suore missionarie comboniane vi aprirono una scuola per ragazze. Nel 1967 divenne una scuola secondaria, e quest’anno celebra un giubileo di gratitudine.

Il St. Mary’s College ad Aboke è stata la prima scuola per ragazze nella zona. Nel 1956 non ne esisteva neppure una, perché la cultura locale non valorizzava l’educazione della donna.

Ma lo sapeva bene san Daniele Comboni, primo vescovo dell’Africa Centrale, che l’educazione delle ragazze è essenziale al progresso dell’umanità. Sono infatti le donne, prime educatrici della prole, a permeare di cultura la vita quotidiana.
Nell’Ottocento, quando in Africa imperversava lo schiavismo, nella scuola della missione di Comboni al Cairo giovani maestre africane affiancavano le altre insegnanti. Da piccole erano state liberate dalla condizione di schiave e, arrivate all’Istituto di don Mazza di Verona, avevano potuto studiare.

La loro presenza costituì una rivoluzione educativa in Egitto, ma anche in Uganda l’intuizione di Daniele Comboni è stata fonte di innumerevoli benedizioni per il Paese.

Inizi difficili
Nel 1956, ad Aboke apre le porte la prima scuola per ragazze. Si chiama St. Mary, in onore di Maria di Nazaret, “la madre di Dio”.
Gli inizi non furono facili: tante famiglie diffidavano, perché in quella regione l’educazione delle ragazze non era affatto considerata. Il buon comportamento delle prime giovani allieve ebbe la meglio sulla resistenza di molti genitori: se frequentare la scuola della missione le rendeva così brave, perché opporsi alla loro educazione? Le buone maniere vennero presto arricchite da buoni risultati accademici e nel 1967 la scuola divenne una secondaria.

Resistenza coraggiosa
Negli anni in cui l’Esercito di resistenza del Signore di Joseph Kony, tristemente noto come Lra, terrorizzava la zona, anche la scuola di Aboke divenne bersaglio di incursioni. Per ben due volte le giovani furono rapite dall’Lra: prima nel 1989 e nuovamente, in modo più drammatico, nel 1996.

Suor Susan Murugi Ng’ang’a, missionaria comboniana e attuale direttrice della scuola, ricorda: «La notte del 9 ottobre 1996 i miliziani dell’Lra catturarono 139 ragazze. La vicedirettrice, suor Rachele Fassera, insieme a uno degli insegnanti inseguì le truppe di Kony e riuscì a liberare 109 studentesse. Delle altre trenta, venticinque riuscirono a fuggire in momenti successivi: alcune dopo pochi mesi, altre dopo anni. L’ultima è scappata nel 2009, dopo 13 anni di prigionia. Quattro ragazze vennero uccise e una è ancora dispersa. La tragedia ha sconvolto la scuola, ma non ne ha interrotto il servizio educativo di qualità, che negli anni è mirabilmente cresciuto, a dimostrazione che le avversità non bloccano chi sa coltivare e nutrire una visione. Siamo particolarmente grate a chi ci ha sostenuto nei momenti di difficoltà».

Segno di speranza
Oggi la scuola è considerata fra le migliori del Nord Uganda, per i molteplici aspetti che la sua educazione coltiva: quello umano e quello spirituale, quello accademico a quella etico.
Nei decenni passati ha generato donne di valore, il cui contributo brilla anche oltre i confini dell’Uganda.
La reputazione di cui oggi la scuola gode è frutto dell’impegno di tante missionarie comboniane che l’hanno diretta e amministrata, e di tanti insegnanti ugandesi che, in solidarietà con le studentesse e la popolazione, hanno trasformato le difficoltà in opportunità di crescita.
Un buon auspicio per tutta l’Africa.

Last modified on Mercoledì, 27 Dicembre 2017 14:39

CHI SIAMO

Il Centro di Comunicazione Combonifem è un stato costituito a Verona dalle Suore missionarie comboniane nel 2008.

Attraverso una rivista, un sito web e social media correlati promuove la dignità di ogni persona nel rispetto delle differenze di genere, di cultura e di religione, per far crescere società inclusive attente al bene comune.

Il nome stesso, “Comboni-fem”, esprime il valore della prospettiva femminile nella comunicazione ...

 

Leggi Tutto

Instagram

FACEBOOK POST

YOU TUBE

All for Joomla All for Webmasters
Utilizziamo i cookies per facilitare una migliore esperienza sul nostro sito. Se continui la navigazione riteniamo confermato il tuo assenso. Clicca qui per sapere di più sulla policy.