Mercoledì, 02 Settembre 2020 06:26

Il Tempo del Creato riunisce i cristiani di tutto il mondo

La celebrazione mondiale sollecita "modi di vivere radicalmente nuovi" per proteggere la nostra casa comune

É iniziato ieri il Tempo del Creato, una celebrazione annuale di preghiera e azione per l'ambiente. Durante questo evento annuale, i cattolici e i membri della famiglia cristiana mondiale rinnovano il loro rapporto con il Creatore e tutto il creato attraverso la celebrazione, la conversione e l'impegno.

Papa Francesco ha diffuso un messaggio, disponibile qui, per il primo giorno di questo tempo, la Giornata Mondiale di Preghiera per la Cura del Creato, che viene definito:

● “Il Giubileo è anche un tempo di grazia per fare memoria della vocazione originaria della creato ad essere e prosperare come comunità d’amore. Esistiamo solo attraverso le relazioni: con Dio creatore, con i fratelli e le sorelle in quanto membri di una famiglia comune, e con tutte le creature che abitano la nostra stessa casa.”

● “L’attuale pandemia ci ha portati in qualche modo a riscoprire stili di vita più semplici e sostenibili. La crisi, in un certo senso, ci ha dato la possibilità di sviluppare nuovi modi di vivere. . . La pandemia ci ha condotti a un bivio.”

● “È il tempo di una giustizia riparativa. A tale proposito, rinnovo il mio appello a cancellare il debito dei Paesi più fragili alla luce dei gravi impatti delle crisi sanitarie, sociali ed economiche che devono affrontare a seguito del Covid-19.”

● “Occorre pure assicurare che gli incentivi per la ripresa, in corso di elaborazione e di attuazione a livello mondiale, regionale e nazionale, siano effettivamente efficaci, con politiche, legislazioni e investimenti incentrati sul bene comune e con la garanzia che gli obiettivi sociali e ambientali globali vengano conseguiti.”

● “Occorre fare tutto il possibile per limitare la crescita della temperatura media globale sotto la soglia di 1,5 gradi centigradi, come sancito nell’Accordo di Parigi sul Clima: andare oltre si rivelerà catastrofico, soprattutto per le comunità più povere in tutto il mondo. In questo momento critico è necessario promuovere una solidarietà intra-generazionale e inter-generazionale. In preparazione all’importante Summit sul Clima di Glasgow, nel Regno Unito (COP 26), invito ciascun Paese ad adottare traguardi nazionali più ambiziosi per ridurre le emissioni.”

● “È necessario sostenere l’appello delle Nazioni Unite a salvaguardare il 30% della Terra come habitat protetto entro il 2030, al fine di arginare l’allarmante tasso di perdita della biodiversità. Esorto la Comunità internazionale a collaborare per garantire che il Summit sulla Biodiversità (COP 15) di Kunming, in Cina, costituisca un punto di svolta verso il ristabilimento della Terra come casa dove la vita sia abbondante, secondo la volontà del Creatore.”

● “Nella tradizione biblica, il Giubileo rappresenta un evento gioioso, inaugurato da un suono di tromba che risuona per tutta la terra. Sappiamo che il grido della Terra e dei poveri è divenuto, negli scorsi anni, persino più rumoroso. Al contempo, siamo testimoni di come lo Spirito Santo stia ispirando ovunque individui e comunità a unirsi per ricostruire la casa comune e difendere i più vulnerabili. Assistiamo al graduale emergere di una grande mobilitazione di persone, che dal basso e dalle periferie si stanno generosamente adoperando per la protezione della terra e dei poveri. Dà gioia vedere tanti giovani e comunità, in particolare indigene, in prima linea nel rispondere alla crisi ecologica. Stanno facendo appello per un Giubileo della Terra e per un nuovo inizio, nella consapevolezza che «le cose possono cambiare» (LS, 13).”

Inoltre, il Santo Padre ha rilasciato la sua intenzione di preghiera per il mese in un video disponibile qui. La sua intenzione di preghiera si esprime affinché "le risorse del pianeta non vengano saccheggiate, ma condivise in modo equo e rispettoso". Nel video che accompagna questa preghiera, il Papa afferma che stiamo spremendo le risorse della Terra "come se la Terra fosse un'arancia", e dice "no al saccheggio; sì alla condivisione”.

Questa intenzione si basa su una dichiarazione rilasciata dal Santo Padre in una delle tante catechesi legate al COVID-19, in cui collega la sofferenza e l'ingiustizia di questa crisi con le nostre più ampie crisi morali. Come parte di quella serie, Papa Francesco ha delineato quattro criteri che i governi devono considerare durante l’elargizione di pacchetti di aiuti all'industria, indipendentemente dal fatto che le industrie stesse siano votate “all’inclusione degli esclusi, alla promozione degli ultimi, al bene comune o alla cura del creato”.

Il Tempo del Creato è fortemente sostenuto dalla gerarchia cattolica. Mons. Duffé, Segretario del Dicastero per lo Sviluppo Umano Integrale, ha redatto una lettera nella quale invita tutti i cattolici, e in particolare i vescovi, a prendere parte al tempo all’interno dell'Anno Speciale dell'Anniversario della Laudato Si'. Dieci conferenze episcopali, comprese quelle di Africa, Asia, Europa, Irlanda, Italia, e Filippine, hanno già sostenuto il Tempo del Creato con diverse dichiarazioni rilasciate in anticipo.

Sebbene le comunità cristiane abbiano incorporato questo evento annuale nei loro calendari da anni, la celebrazione di quest'anno ha una particolare risonanza. Nel mezzo delle crisi sanitarie, economiche e ambientali che hanno scosso il nostro mondo, questo tempo chiede ai cristiani di iniziare un "giubileo per la nostra Terra", che è il tema suggerito per quest’anno, e trovare "modi di vivere radicalmente nuovi".

Tempo del Creato prende avvio con un incontro di preghiera guidato da giovani che, con la loro posizione profetica verso modi di vivere radicalmente nuovi, esortano gli adulti ad agire adesso, nel momento in cui è ancora possibile agire.

Durante tutto il tempo, migliaia di impegni espressi digitalmente e centinaia di eventi locali accresceranno lo slancio e la motivazione. Gli eventi locali si svolgeranno in luoghi quali Nanyuki, in Kenya, dove verranno piantati alberi da ombra e da frutto per proteggere un sito ecologicamente sensibile; Rio de Janeiro, Brasile, dove un gruppo di persone pianterà alberi per commemorare l'Amazzonia, e Wellington, Nuova Zelanda, dove un gruppo ecumenico terrà, camminando, una riflessione sulla storia della creazione della Genesi in cammino.

Oltre agli eventi locali di persona, gli eventi online condivisi aiuteranno i cattolici a riflettere sui temi centrali del tempo e su come essi si relazionano alle crisi odierne. Questi eventi online includono una giornata di preghiera, un'esplorazione della transizione energetica in Africa e una giusta risposta alla crisi del coronavirus in Asia-Pacifico, America Latina ed Europa. Maggiori informazioni sono disponibili qui.

Da Nanyuki, Stephen Kiboi, uno degli organizzatori della piantumazione degli alberi da frutto e da ombra, ha affermato: “Il caos climatico e la distruzione ambientale minacciano la vita e il benessere di milioni di persone. Qui in Kenya, gli impatti sui piccoli agricoltori sono più evidenti di giorno in giorno. In qualità di leader locali, sappiamo che le soluzioni locali svolgono un ruolo importante. Come cristiani, sappiamo che solo un'azione forte, unita e piena di Spirito ci porterà fino a casa ".

Da Roma, Tomás Insua, Direttore Esecutivo del Movimento Cattolico Mondiale per il Clima, ha dichiarato: “Le comunità si stanno riprendendo dai molteplici impatti del coronavirus, dalle tempeste più forti e dagli incendi e dal collasso economico. Le grida combinate della terra e dei poveri ci ricordano che il nostro modo di vivere non funziona. Siamo tutti urgentemente chiamati a scoprire modi radicalmente nuovi di prenderci cura del creato e gli uni degli altri durante il Tempo del Creato ".

Il Tempo del Creato dura fino al 4 ottobre, festa di San Francesco. Il Patriarca ecumenico Dimitrios I ha proclamato il 1 settembre Giornata di Preghiera per il Creato per gli ortodossi nel 1989. Il Consiglio Ecumenico delle Chiese è stato determinante nel rendere speciale questo tempo prolungando la celebrazione dal 1 settembre al 4 ottobre. Papa Francesco ha reso ufficiale il caloroso benvenuto al Tempo del Creato della Chiesa Cattolica Romana nel 2019.

Una guida ecumenica alla celebrazione, disponibile qui, suggerisce idee per eventi locali e offre risorse pratiche per agire. Un comitato direttivo ecumenico suggerisce ogni anno le risorse per il Tempo del Creato. Ulteriori informazioni sono disponibili su TempoDelCreato.org

Fonte: Global Catholic Climate Movement

Last modified on Mercoledì, 02 Settembre 2020 06:48

CHI SIAMO

Il Centro di Comunicazione Combonifem è un stato costituito a Verona dalle Suore missionarie comboniane nel 2008.

Attraverso una rivista, un sito web e social media correlati promuove la dignità di ogni persona nel rispetto delle differenze di genere, di cultura e di religione, per far crescere società inclusive attente al bene comune.

Il nome stesso, “Comboni-fem”, esprime il valore della prospettiva femminile nella comunicazione ...

 

Leggi Tutto

Instagram

FACEBOOK POST

YOU TUBE

All for Joomla All for Webmasters
Utilizziamo i cookies per facilitare una migliore esperienza sul nostro sito. Se continui la navigazione riteniamo confermato il tuo assenso. Clicca qui per sapere di più sulla policy.