Dal 2013, il 21 novembre ricorre in Italia la Giornata nazionale degli alberi, che si prefigge di valorizzare l’importanza del patrimonio arboreo e ricordare il ruolo vitale di boschi e foreste. Forse, anche quest’anno, sarà celebrata piantando in qualche giardino pubblico piccoli alberi poi trascurati per il resto dell’anno e talvolta destinati a soccombere per mancanza d’acqua nei periodi di siccità. Sarebbe meglio celebrarla coltivando una “relazione d’amicizia” con questi esseri viventi silenziosi e spesso ignorati. È importante alimentare una crescente “reciprocità di cura” per valorizzarne la presenza b... leggi tutto
L’argomento principale doveva essere il clima. Poi Roma è stata invasa di Suv e Jeep blindate - quasi ottanta solo per il presidente americano - ed è normale chiedersi che impatto ha, a livello ambientale, anche solo questa singola visita? Più in generale, quanto inquinano i grandi del G20? I dati Ispi segnalano che le venti nazioni del summit in corso a Roma emettono tre quarti della Co2 mondiale e ne disperdono il 79% del totale prodotto ogni anno. Gli altri 188 Paesi della Terra si dividono il restante 24%. Eppure ancora non è radicato il senso di responsabilità e di urgenza verso la degenerazione climatica che il nostro paese sta vivendo. «... leggi tutto
Si è conclusa ieri a Taranto la 49° Settimana sociale della Chiesa cattolica italiana. L’evento non ha avuto grande copertura mediatica, forse perché troppo “confessionale” per essere considerato di rilievo per la cittadinanza. Eppure dal 21 al 24 ottobre ha coinvolto 700 delegati e delegate da tutta Italia e un centinaio di “agenti ecclesiali” (religiosi e e religiose, preti e vescovi) per approfondire un tema davvero attuale: conciliare politiche ambientali e sociali. Lo ha fatto con il contributo di esperti ed esperte autorevoli, a partire dal titolo “Il pianeta che speriamo. Ambiente, lavoro, futuro #tuttoèconnesso”. M... leggi tutto
Sono Valentina, nata a Legnano quasi 53 anni fa. Vivo a Busto Arsizio (Varese), sono sposata e mamma di un gioiello di ragazzo di 17 anni che porta i 3 nomi del nostro prezioso papa Francesco: Francesco Mario Giorgio. Insegno musica e pianoforte presso il Collegio Rotondi di Gorla Minore e presso una scuola di musica privata, Musikademia. Da anni sono socia di Legambiente BustoVerde e volontaria nella Caritas della mia parrocchia. Amo la musica, l’uncinetto e i lavori a maglia, la natura e il Creato, e mi piace cucinare, ma soprattutto mi sta a cuore poter essere uno strumento per costruire pace e unire le persone; se ci impegniamo insieme, diventa possibile costruire un mondo pi&ugrav... leggi tutto
Il Patto globale per una migrazione sicura, ordinata e regolare (acronimo inglese Gcm) è un quadro non vincolante di cooperazione fra Stati: per rispondere alle sfide e alle opportunità delle migrazioni internazionali contemporanee articola impegni condivisi basati su 23 obiettivi e indica linee di attuazione, verifica e valutazione. Sottoscritto il 10 dicembre 2018 da 164 Paesi, costituisce un risultato importante per gestire e governare a livello internazionale anche la migrazione ambientale, fatta oggetto di attenzione soltanto in tempi relativamente recenti.Il Patto menziona specificamente la migrazione ambientale nell’Obiettivo 2, riservando un’intera sezione ... leggi tutto
È un onore partecipare a questo confronto online in rappresentanza di Pacific Islands Association of Ngo (Piango), l’Associazione delle ong delle isole del Pacifico. La nostra regione ha una lunga storia di flussi migratori, sia temporanei sia stagionali, connessi in prevalenza alla situazione climatica. Porto qui anzitutto il sentire delle donne indigene. Per loro emigrare implica scontrarsi con barriere linguistiche e culturali, razzismo e discriminazione, la precarietà di un visto temporaneo e la fatica di trovare un lavoro dignitoso. La scolarizzazione dei loro figli e figlie viene interrotta e comunicare con i Paesi e le famiglie di origine è difficile. Gi&agr... leggi tutto
La mia conoscenza della correlazione tra cambiamento climatico e migrazioni è in divenire, ma posso affermare che questa non consiste in una correlazione deterministica di causa-effetto. Non è detto che il degrado ambientale induca sempre uno spostamento della popolazione: la migrazione è indotta da molteplici concause e il cambiamento climatico concorre anzitutto a esacerbare disuguaglianze sociali ed economiche che già rendono più vulnerabili alcuni gruppi umani. Diventa allora necessario dare maggiore attenzione alle condizioni di stress che li affliggono e che differiscono anche in relazione a genere, etnia, abitudini culturali, contesto geopolitico e ... leggi tutto
Dal 1951 il 20 giugno ricorre ogni anno la Giornata Mondiale del Rifugiato. È stata istituita per commemorare la Convenzione di Ginevra promulgata quell’anno sul diritto d’asilo, ovvero sul diritto di ogni persona, «perseguitata per ragioni di razza, religione, cittadinanza, appartenenza a un determinato gruppo sociale o per opinioni politiche», a trovare un rifugio.La definizione di “rifugiato” è però in rielaborazione: l’evolversi della storia dei popoli e l’aggravarsi dell’emergenza climatica l’hanno resa obsoleta. Oggi si preferisce parlare di “migrazioni forzate”, indotte da persecuzioni e da g... leggi tutto
Il 5 giugno ricorre la “Giornata mondiale dell’Ambiente”, che l’Onu ha introdotto nel 1973 per dare attenzione ai contesti che ospitano l’umanità e che spesso, già allora, presentavano situazioni di preoccupante degrado. Altro frutto della “Conferenza sui problemi dell’ambiente umano”, svoltasi a Stoccolma nel giugno del 1972, è stato anche il Programma Onu per l’Ambiente, noto con la sigla Unep. Per quest’anno il tema della giornata è “Ripristino degli Ecosistemi”: inaugura ufficialmente il “Decennio delle Nazioni Unite per il Ripristino dell’Ecosistema” finalizzato a &ldqu... leggi tutto
È passata sotto silenzio la giornata mondiale della biodiversità. Ma mai come oggi sentiamo la necessità di riflettere sulla possibilità che abbiamo di essere la scintilla del cambiamento. La giornata è stata istituita quasi vent’anni fa per commemorare l'adozione della Convenzione per la Diversità Biologica, avvenuta il 22 maggio 1992. Ma in questi ultimi 20 anni, l’impegno profuso per contrastare la perdita della biodiversità sono andati a vuoto, minacciando il raggiungimento di almeno otto degli Obiettivi per lo sviluppo sostenibile dell'Agenda 2030: la tutela della biodiversità è infatti requisito necessario... leggi tutto
Pagina 1 di 8

CHI SIAMO

Il Centro di Comunicazione Combonifem è un stato costituito a Verona dalle Suore missionarie comboniane nel 2008.

Attraverso una rivista, un sito web e social media correlati promuove la dignità di ogni persona nel rispetto delle differenze di genere, di cultura e di religione, per far crescere società inclusive attente al bene comune.

Il nome stesso, “Comboni-fem”, esprime il valore della prospettiva femminile nella comunicazione ...

 

Leggi Tutto

Instagram

YOUTUBE

All for Joomla All for Webmasters
Utilizziamo i cookies per facilitare una migliore esperienza sul nostro sito. Se continui la navigazione riteniamo confermato il tuo assenso. Clicca qui per sapere di più sulla policy.