L’accoglienza a scuola di un bambino straniero comporta la mobilitazione di un gran numero di energie che prendono forma in iniziative e proposte didattiche diverse. Esse, però, da pratiche suggestive ed originali, rischiano di diventare poco significative quando manca una conoscenza accurata della storia e del bagaglio di esperienze e informazioni pregresse sul bambino. Avere consapevolezza della necessità di raccogliere queste informazioni, di come farlo e di come utilizzarle per un effettivo sviluppo generale e linguistico del bambino italiano, ma soprattutto straniero, comporta il fatto di mettersi in discussione come insegnante, cambiando prospettiva e riorganizzando... leggi tutto
Oggi Nawres Chriti, studentessa in psicologia alla facoltà di scienze sociali dell'università di Tunisi, a ventiquattro anni, è co-Coordinatrice di un progetto di inserimento sociale lanciato da Equitas: un centro internazionale di educazione ai diritti umani con sede a Montreal. La sua attività inizia nel 2011. Attraverso un programma di volontariato avviato tramite l'università, Nawres entra in contatto, e si riconosce, nei valori di un movimento di giovani universitari impegnati a diventare cittadini attivi. L’obiettivo è quello di avviare una vera e propria transizione del paese verso la democrazia. Ma affinché il cambiamento sia ve... leggi tutto
Se per la Ministra Fedeli «l’Erasmus è il Dna dell’Europa», secondo i dati diffusi dalla Commissione Europea il programma di scambio culturale ridurrebbe fortemente il rischio di disoccupazione e il gap retributivo di genere. In questo senso, i dati del World Economic Forum sul gender gap parlano chiaro: l'Italia è quarantasettesima su cinquantanove Paesi, sia per il numero delle donne che lavorano, sia dei loro percorsi di carriera. La percentuale di presenza femminile nei consigli di amministrazione italiani è del 3%. In Finlandia è del 40%. Il divario retributivo di genere nel Regno Unito è pari al 17,5%. Nei Paesi industrializz... leggi tutto
Era 13 marzo di 4 anni fa, giorno della nomina di Francesco a vescovo di Roma, la prima volta che un Papa, prima di benedire la popolazione, chiese di essere benedetto dalla stessa. Un Papa che da subito si è fatto prossimo alla gente, in particolare alle persone più vulnerabili. Fra loro i migranti. Da quel momento, sempre un’attenzione particolare è stata rivolta da Francesco ai migranti. Sono numerose le iniziative che il Papa ha intrapreso durante il suo primo pontificato: il primo viaggio fuori Roma, nel luglio 2013, è stata la visita a Lampedusa. Con il crescere del fenomeno migratorio Francesco ha invitato ogni parrocchia ad accogliere una famiglia d... leggi tutto
L’8 marzo tutto il mondo ha festeggiato la Giornata Internazionale della Donna con conferenze, incontri, raduni, mostre, festival. Istituita dalle Nazioni Unite nel 1975, questa giornata viene celebrata oggi più che mai con attenzione, cura e dovizia. Secondo l'Unicef, un’adolescente su sette è una sposa bambina e le stime indicano che più di un terzo delle donne sarà il bersaglio di violenza sessuale o fisica propria vita. Inoltre, le donne costituiscono quasi due terzi dei circa 781 milioni di analfabeti di età superiore ai 15 anni. Allo stesso tempo, un report delle Nazioni Unite sulle donne, riferisce che in tutto il mondo, in generale, le... leggi tutto
Un incontro pacato. Parla per prima Cécile Kyenge, italo-congolese e europarlamentare del Partito democratico. Subito ringrazia Anna Leso, assessore alle Pari opportunità del Comune di Verona, eletta nel 2012 con la lista civica Per Verona dopo un passato in Forza Italia. La signora Leso è presente senza sedere al tavolo di chi racconta. Le due donne appartengono a partiti politici diversi, ma credono nel valore di incontrarsi e confrontarsi, come le altre persone presenti. Perché per trasformare le situazioni bisogna esserci dentro, e aiutarsi a comprenderle meglio.  Conoscere le persone, cercare di capirle e dissolvere i pregiudizi, insieme. Nell’ag... leggi tutto
Il ministro della Sicurezza Interna Americana, John Kelly, la scorsa settimana ha emanato due nuovi decreti per diminuire drasticamente il numero dei migranti illegali nel territorio, ponendo a rischio di espulsione quasi la metà degli 11 milioni di stranieri privi di documenti che si stima vivano negli Stati Uniti. Le nuove regole, focalizzate sul potenziamento delle misure anti immigrazione irregolare sia all’interno degli Usa, sia sulla frontiera con il Messico, prevedono esplicitamente che le pattuglie di confine e gli agenti dell'immigrazione espellano il più rapidamente possibile qualsiasi clandestino venga trovato, salvo i bambini. In Europa, secondo gli ultimi d... leggi tutto
La Giornata mondiale della Giustizia Sociale, che si celebra oggi (20 febbraio) in tutto il mondo, sottolinea il bisogno di costruire un futuro dignitoso per ogni persona. Gli spunti sono molteplici, ma l’obiettivo è quello di contrastare la povertà dal punto di vista economico, sociale, ambientale e soprattutto morale. A impegnarsi per quest’ultimo punto, tra le tante associazioni e iniziative, c’è Priya. Ideata da un gruppo di autori e autrici dopo le numerose manifestazioni sorte a Nuova Dehli nel 2012 contro le continue violenze su donne e ragazze, l’eroina del fumetto vuole parlare soprattutto a giovani e adolescenti. Colori vivaci e linee ... leggi tutto
Nella Giornata Internazionale per le donne e le ragazze nella scienza (11 febbraio) cerchiamo di dissolvere alcuni stereotipi che ancora sopravvivono nella nostra società. Per farlo chiediamo il parere di Massimo Turrini, Psicologo dello sviluppo e dell’educazione del Centro Studi Erickson, che ha condotto uno studio sull’atteggiamento verso la matematica di alunni e alunne della scuola dell’obbligo. Esiste una differenza di genere nell’apprendimento delle discipline scientifiche?«I bambini, passando dalla scuola primaria alla secondaria di primo grado, sembrerebbero aumentare gli atteggiamenti positivi verso la matematica; nelle femmine, invece, tali at... leggi tutto
Nel 2015, circa 200 milioni di bambine e donne hanno subito pratiche di Mutilazione Genitale Femminile. Metà di queste vivono in Egitto, Etiopia e Indonesia. Secondo una nuova stima calcolata da Unicef, la cifra va ben oltre i 130 milioni previsti nel 2014. Una parte di questo aumento è dovuto al fatto che i dati, per la prima volta, comprendono appunto l’Indonesia: dove pratica viene frequentemente attuata. Tuttavia, la causa principale è l’aumento della popolazione nei paesi in cui la Mutilazione Genitale Femminile è praticata. Anche se questa usanza è in calo in molti stati, la diminuzione viene comunque superata dalla crescita demografica. ... leggi tutto
Pagina 10 di 11

CHI SIAMO

Il Centro di Comunicazione Combonifem è un stato costituito a Verona dalle Suore missionarie comboniane nel 2008.

Attraverso una rivista, un sito web e social media correlati promuove la dignità di ogni persona nel rispetto delle differenze di genere, di cultura e di religione, per far crescere società inclusive attente al bene comune.

Il nome stesso, “Comboni-fem”, esprime il valore della prospettiva femminile nella comunicazione ...

 

Leggi Tutto

FACEBOOK POST

YOU TUBE

All for Joomla All for Webmasters
Utilizziamo i cookies per facilitare una migliore esperienza sul nostro sito. Se continui la navigazione riteniamo confermato il tuo assenso. Clicca qui per sapere di più sulla policy.