Due terribili stragi si sono verificate a distanza di pochi giorni, due carneficine che sullo sfondo hanno il racconto di una stessa storia: un viaggio per raggiungere un posto migliore. A Melilla, una delle due piccole enclave nordafricane della Spagna, la polizia di frontiera ha portato a termine una vera e propria esecuzione: più di trenta persone sono state brutalmente assassinate nel tentativo di raggiungere la Spagna. A San Antonio, in Texas, almeno 46 persone sono state ritrovate ammassate senza vita nel retro di un camion, dopo aver clandestinamente oltrepassato il confine tra Messico e Stati Uniti. A quante ancora di queste stragi è neccessario assistere affinch&eac... leggi tutto
La sensazione è quella di essere catapultati all'interno di un romanzo di Margaret Atwood, invece ci troviamo esattamente nella cruda e drammatica realtà: in seguito alla decisione della Corte Suprema degli Stati Uniti di revocare la sentenza del 1973 sul diritto all'aborto, tredici stati americani lo hanno immediatamente dichiarato illegale. Le cittadine di Arkansas, Idaho, Kentucky, Louisiana, Mississippi, Missouri, North e South Dakota, Oklahoma, Tennessee, Texas, Utah e Wyoming si sono viste sottrarre un diritto fondamentale, un diritto che era stato guadagnato con sudore e sangue dalle donne del passato. Non perde tempo il procuratore generale del Texas Ken Paxton, che c... leggi tutto
Dal 2001, il 20 giugno si celebra la Giornata mondiale del rifugiato, una data non casuale: quello stesso giorno, nel 1951, veniva approvata la Convenzione relativa allo stato dei rifugiati da parte dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite. Per definizione, il rifugiato è coloui che trova rifugio in un luogo sicuro, che dovrebbe essere il Paese ospitante. Questo avrebbe inoltre il dovere di garantire asilo, accoglienza e integrazione. Fra i rifugiati, in tutto il mondo, sono molti i bambini e le bambine, gli uomini e le donne, costretti a lasciare la propria casa, e la situazione è ulteriormente aggravata dalla guerra in corso tra Russia e Ucraina. Ad oggi si distinguono ... leggi tutto
Globalizzazione: libero mercato, libera circolazione, interconnessione. Sono pressoché infiniti i concetti che possiamo collegare a questo termine. Da qualche decennio a questa parte, i potenti del mondo hanno investito molte delle loro risorse affiché il mondo come lo conoscevamo diventasse globalizzato, ma le contraddizioni che ancora oggi persistono sono molteplici e nefaste. Secondo l'enciclopedia Treccani, il termine comincia ad essere utilizzato negli anni Novanta «per indicare un insieme assai ampio di fenomeni, connessi con la crescita dell’integrazione economica, sociale e culturale tra le diverse aree del mondo». E ancora: «tra i principali as... leggi tutto
Da cinquant'anni, ogni 5 giugno, si celebra la Giornata mondiale per l'ambiente. Proclamata dalle Nazioni Unite nel 1972, in occasione dell'istituzione del Programma delle Nazioni Unite per l'ambiente, ogni anno vede al centro un tema a sostegno delle cause della nostra casa comune. Il tema per quest'anno, come cinquant'anni fa, è Only One Earth: l'accento viene posto sulla salvaguardia delle risorse e sulla convivenza armoiosa con l'ambiente. Di grande impatto le parole del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella: «destino dell'uomo e dell'ambiente non sono mai stati così strettamente connessi», con espliciti riferimenti alla guerra in corso tra Russia e Ucr... leggi tutto
Febbraio 1992. La legge stabilisce che la cittadinanza italiana si può acquisire soltanto se si nasce o se si viene adottati da cittadini italiani. Una legge che quest'anno ha compiuto trent'anni e che, nell'arco di tutto questo tempo, non ha subito alcuna sostanziale modifica. Marzo 2022. Viene votato in bozza in Commissione lo ius scholae, che permetterebbe ai figli di genitori stranieri di acquisire la cittadinanza italiana, purché nati e residenti in Italia e con una frequenza scolastica di almeno cinque anni. Il percorso è aperto anche ai minori di 12 anni. A maggio si è aperto il mese delle mobilitazioni studentesche: la maggioranza dei ragazzi e delle rag... leggi tutto
La Giornata mondiale delle api, che ogni anno si celebra il 20 maggio, è trascorsa facendo poco rumore, quasi privata del motivo per cui è stata istituita: quello di sensibilizzare l'opinione pubblica sull'indiscussa importanza di questi insetti. «Si stima che più di centomila varietà di piante scomparirebbero se le api non le visitassero», scriveva Maurice Maeterlinck, poeta e scrittore belga, premio Nobel per la Letteratura nel 1911. Il suo libro, La vita delle api, è stato pubblicato per la prima volta nel 1901, un dato che ci permette di capire la lungimiranza dell'autore sul tema della biodiversità. Il World Bee Day ha dato il... leggi tutto
Da sempre sentiamo parlare della fame nel mondo. La televisione mostra immagini di bambini denutriti, di mamme disperate e di interi villaggi che chiedono aiuto. Il conflitto in corso in Europa sta causando diversi effetti collaterali e la crisi alimentare a cui si accenna ultimamente è oltremodo preoccupante. Sappiamo bene che l'invasione ucraina da parte della Russia ha avuto pesanti conseguenze sulle nostre vite: i costi di gas ed energia elettrica sono schizzati alle stelle, così come quelli dei carburanti necessari a far muovere le nostre automobili. Ma se il consumo di questi beni, che nelle nostre vite sono ormai considerati primari, può essere ridimensionato, di... leggi tutto
Mamma è una parola universale: in italiano, in inglese, in tedesco e persino in cinese, la radice della parola è comune e per tutti denota lo stesso ruolo all'interno della famiglia. Un ruolo al quale, una volta l'anno, viene dedicata una giornata di festa. Le sue origini sono antiche: fin dal tempo dei Greci e dei Romani, maggio era il mese dedicato al culto delle divinità femminili e della fertilità. In Italia, la festa è stata istituita con una legge del 1958, che inizialmente fissava la data per l'8 maggio. Dal 2000, però, così come per la Pasqua, la data della festa della mamma è diventata ballerina, perché ricorre ogni se... leggi tutto
Cambiare richiede sforzo. Usi e costumi che da sempre caratterizzano le nostre vite spesso sono difficili da sostituire, ma il risultato che possiamo ottenere rischia di essere addirittura migliore di quello a cui eravamo abituati. Perchè alle volte cambiamento può essere sinonimo di progresso. Ne è un esempio la sentenza emessa qualche giorno fa dalla Corte Costituzionale sull'attribuzione del cognome ai figli, che segna un'importante punto di svolta per la lotta alla parità di genere. Sostituire questa annosa pratica, dichiarata discriminatoria dalla stessa Corte, richiederà impegno e perseveranza: ci sono voluti decenni per discuterne e ora, quantomeno,... leggi tutto
Pagina 1 di 23

CHI SIAMO

Il Centro di Comunicazione Combonifem è un stato costituito a Verona dalle Suore missionarie comboniane nel 2008.

Attraverso una rivista, un sito web e social media correlati promuove la dignità di ogni persona nel rispetto delle differenze di genere, di cultura e di religione, per far crescere società inclusive attente al bene comune.

Il nome stesso, “Comboni-fem”, esprime il valore della prospettiva femminile nella comunicazione ...

 

Leggi Tutto

Instagram

YOUTUBE

All for Joomla All for Webmasters
Utilizziamo i cookies per facilitare una migliore esperienza sul nostro sito. Se continui la navigazione riteniamo confermato il tuo assenso. Clicca qui per sapere di più sulla policy.