Da sempre sentiamo parlare della fame nel mondo. La televisione mostra immagini di bambini denutriti, di mamme disperate e di interi villaggi che chiedono aiuto. Il conflitto in corso in Europa sta causando diversi effetti collaterali e la crisi alimentare a cui si accenna ultimamente è oltremodo preoccupante. Sappiamo bene che l'invasione ucraina da parte della Russia ha avuto pesanti conseguenze sulle nostre vite: i costi di gas ed energia elettrica sono schizzati alle stelle, così come quelli dei carburanti necessari a far muovere le nostre automobili. Ma se il consumo di questi beni, che nelle nostre vite sono ormai considerati primari, può essere ridimensionato, di... leggi tutto
Mamma è una parola universale: in italiano, in inglese, in tedesco e persino in cinese, la radice della parola è comune e per tutti denota lo stesso ruolo all'interno della famiglia. Un ruolo al quale, una volta l'anno, viene dedicata una giornata di festa. Le sue origini sono antiche: fin dal tempo dei Greci e dei Romani, maggio era il mese dedicato al culto delle divinità femminili e della fertilità. In Italia, la festa è stata istituita con una legge del 1958, che inizialmente fissava la data per l'8 maggio. Dal 2000, però, così come per la Pasqua, la data della festa della mamma è diventata ballerina, perché ricorre ogni se... leggi tutto
Cambiare richiede sforzo. Usi e costumi che da sempre caratterizzano le nostre vite spesso sono difficili da sostituire, ma il risultato che possiamo ottenere rischia di essere addirittura migliore di quello a cui eravamo abituati. Perchè alle volte cambiamento può essere sinonimo di progresso. Ne è un esempio la sentenza emessa qualche giorno fa dalla Corte Costituzionale sull'attribuzione del cognome ai figli, che segna un'importante punto di svolta per la lotta alla parità di genere. Sostituire questa annosa pratica, dichiarata discriminatoria dalla stessa Corte, richiederà impegno e perseveranza: ci sono voluti decenni per discuterne e ora, quantomeno,... leggi tutto
Giustizia. Secondo l'enciclopedia Treccani è la «virtù eminentemente sociale che consiste nella volontà di riconoscere e rispettare i diritti altrui attribuendo a ciascuno ciò che gli è dovuto secondo la ragione e la legge». Una volontà che è stata finalmente esercitata, dopo anni di attesa, per due processi che ci auguriamo essere esemplari per il futuro: quello di Laura Massaro e quello di Stefano Cucchi. Da circa dieci anni Laura Massaro lotta in nome della giustizia: vittima di violenze da parte dell'ex-compagno, è stata accusata di alienazione parentale, motivo per il quale per anni ha vissuto con l'angoscia che da un ... leggi tutto
Carol Maltesi, 26 anni, il suo corpo è stato fatto a pezzi e ritrovato in una scarpata in un paesino del bresciano. Colpevole il vicino di casa, amico della vittima.Viviana Micheluzzi, 51 anni, uccisa con un colpo di pistola dal marito che, dopo aver commesso l'efferato omicidio, si è tolto la vita. Sono della scorsa settimana le notizie di queste due donne, diverse tra di loro per età e per stile di vita, che condividono un particolare, ricorrente nei femminicidi: sono state uccise da uomini di cui si fidavano. Entrambe madri e lavoratrici. L'attività svolta da una di loro è stata raccontata con dovizia di particolari, perché Carol Maltesi da qual... leggi tutto
Mai come oggi è evidente che le risorse naturali costituiscono la vera ricchezza, sia in termini di salute che in termini economici. La corsa all'approvvigionamento di gas naturale e carbone ha fatto sì che scoppiassero molte delle guerre in corso e, notizia allarmante, sembra che anche l'approvvigionamento idrico stia divenendo terreno di battaglia. Il 22 marzo è stata la Giornata Mondiale dell'Acqua; e quest'anno il rapporto mondiale delle Nazioni Unite sullo sviluppo delle risorse idriche mette in evidenza le funzioni e la gestione delle acque sotterranee. In Italia, al momento, il governo Draghi spinge a favore del Ddl sulla concorrenza e il mercato, che prevede di ... leggi tutto
Il 21 marzo ricorre la Giornata internazionale per l'eliminazione della discriminazione razziale. Da quasi un mese la crisi umanitaria ha raggiunto livelli inimmaginabili e, in alcuni casi, ha spinto a contrastarla, ma con qualche criticità. È del 17 marzo il comunicato stampa del Centro studi e ricerche Idos che evidenzia le problematiche discriminatorie dei recenti provvedimenti presi dall'Ue in merito all'emergenza profughi. Il 3 marzo, per la prima volta da quando è stata approvata, è stata attivata la Direttiva 2001/55 a favore dei profughi provenienti dall’Ucraina, con la quale viene loro offerta protezione temporanea per un anno. Il provvedimento pre... leggi tutto
Il nostro pianeta è sempre più a rischio. La guerra in corso tra Russia e Ucraina ha un costo altissimo sia in termini di vite umane che di ambiente. Come se non bastasse, nelle ultime settimane diversi canali televisivi hanno mostrato un'immagine sconvolgente: nel deserto di Atacama, che si estende tra il Cile e il Perù, è nata una vera e propria discarica di vestiti. Si tratta di capi di abbigliamento che arrivano principalmente da Europa e America, una grande fetta di invenduto che non si sa come smaltire, perché composta da materiali inquinanti e non biodegradabili. Questo risultato è la conseguenza di un fenomeno tutto occidentale, quello del f... leggi tutto
Il momento storico che stiamo vivendo è crudele. Con le cicatrici della pandemia ancora aperte, molti Paesi si stanno addentrando in una situazione ancor più drammatica: la guerra. Come ogni anno, domani 8 marzo ricorre la giornata della donna e un pensiero speciale lo dedichiamo a quelle donne che con il loro impegno persistono nell'affermare la loro dignità e quella dei loro popoli. Come Sviatlana Tsikhanouskaya, leader dell'opposizione in Bielorussia e attivista per i diritti umani, che da un paio di anni vive in esilio in Lituania in seguito a quelle elezioni presidenziali che, ancora una volta, hanno visto Alexander Lukashenko essere dichiarato vincitore.Sviatlana ... leggi tutto
Spesso si sente dire che le donne hanno raggiunto la piena emancipazione, che, ormai, sono ovunque. Ebbene, all'indomani della Giornata internazionale contro la discriminazione, che si celebra l'1 marzo, a che punto siamo? Al quinto posto tra i 17 obiettivi dell'Agenda 2030 dell'Onu c'è il raggiungimento dell’uguaglianza di genere e l'emancipazione di tutte le donne e le ragazze, e questi sono i dati. Il Gender Gap Report di marzo 2021 evidenzia che rispetto all'anno precedente c'è stato un calo dello 0,6% a livello globale nella riduzione della disparità di genere. Questo significa che, di questo passo, saranno necessari altri 135 anni per raggiungere la parit&a... leggi tutto
Pagina 1 di 23

CHI SIAMO

Il Centro di Comunicazione Combonifem è un stato costituito a Verona dalle Suore missionarie comboniane nel 2008.

Attraverso una rivista, un sito web e social media correlati promuove la dignità di ogni persona nel rispetto delle differenze di genere, di cultura e di religione, per far crescere società inclusive attente al bene comune.

Il nome stesso, “Comboni-fem”, esprime il valore della prospettiva femminile nella comunicazione ...

 

Leggi Tutto

Instagram

YOUTUBE

All for Joomla All for Webmasters
Utilizziamo i cookies per facilitare una migliore esperienza sul nostro sito. Se continui la navigazione riteniamo confermato il tuo assenso. Clicca qui per sapere di più sulla policy.